Piscine naturali: ecco dove si trovano quelle gratuite in Italia

Forse non sai che in Italia vi sono delle piscine naturali che, soprattutto negli ultimi anni, attirano centinaia di turisti tutto l’anno. Vi sono molte piscine naturali dove, tra una nuotata e l’altra sì può godere una tranquillità assoluta, immersi nella natura. Ma dove si trovano?

Piscine naturali a Bidente di Pietrapazza, Emilia-Romagna

Dal paesino di Santa Sofia, si scorge già la bellezza del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, patrimonio Unesco. Si percorre la valle del torrente Bidente, un gioiellino naturale, meta di appassionati di Kayak e si raggiunge questo luogo fantastico nella valle di Pietrapazza. Negli anni il fiume ha scavato lungo questa valle lasciando solo la nuda roccia e dove il fiume era costretto a fare dei salti si sono create delle cascatelle ognuna con la propria piscina nel fondo. Qui troverai delle spiaggette dove prendere il sole, i laghetti balneabili e alcuni punti da cui ci si può tuffare.

Terme Bullicame, Lazio

Questo complesso di piscine naturali, fa parte del grande bacino idrotermale di Viterbo. Si tratta di una fonte termale documentata fin dal Medioevo, come punto di passaggio della via Francigena e citata da Dante nella Divina Commedia. Per Bullicame si intende infatti una sorgente naturale di acqua bollente. L’acqua esce alla temperatura di 58° C e tramite una serie di piccoli canali arriva il alcuni bacini più grandi scavati nella roccia, raffreddandosi leggermente. Sì tratta di un luogo pubblico, ma senza servizi, quindi consigliamo di arrivare equipaggiati anche contro il sole, vista la scarsa copertura naturale nei dintorni.

Torrente Fer, Valle d’Aosta

Nonostante sia necessaria una bella camminata per raggiungerlo, il torrente Ferè meta di bagnanti che arrivano sia dal Piemonte che dalla Lombardia. È uno dei posti più aggressivi e selvaggi della Valle d’Aosta. Il torrente che si alimenta dall’ampia valle sovrastante, ha un bacino di acqua importante e per la maggior parte del suo percorso non è balneabile se non con l’attrezzatura adatta per il canyoning. Tuttavia in alcuni punti le cascate hanno formato dei bacini più ampi e tranquilli che stupiscono per la limpidezza dell’acqua e le sfumature delle rocce ferrose che offrono alcuni picchi da cui ci si può tuffare.

Pozze Smeraldine, Dolomiti Friulane

Nel parco naturale delle Dolomiti Friulane, si trova questo luogo ameno con acque color smeraldo. Siamo in uno dei luoghi più selvaggi delle Dolomiti, le rocce carsiche che affiancano tutta la valle sono state scavate dal Meduna, formando una serie di conche che permettono a chi arriva fin qui di fare un bagno in questo contesto naturale incontaminato. Più si sale di quota e più l’acqua diventa limpida e cambia sfumature dallo smeraldo all’azzurro cristallino.

Piscine naturali: ecco dove si trovano quelle gratuite in Italia