POS, è scattata l’allerta in tutta Italia: cosa sta succedendo?

Con il POS, possiamo fare tutte quelle operazioni che ci permettono di effettuare il pagamento elettronico mediante carte di credito, debito o anche tramite il cellulare. Prima non veniva molto utilizzato, dato che le persone usavano più il contante che le monete elettroniche, ma ora si sta diffondendo sempre di più. Questo perché molte persone hanno rinunciato a cartaceo per usare solo le carte di credito o debito.

Sono mesi ormai che proprio per questa ragione, esiste l’obbligo di POS. Quindi tutte le persone che hanno un’attività, sia pubblica che privata, devono averne uno, così da far scegliere il pagamento più opportuno da fare. Oltre a questo però, l’obbligo è stato anche messo per contrastare l’evasione fiscale, che si sta sempre più diffondendo. Molti lavoratori per non pagare le tasse, non emettono gli scontrini. Questo però non è possibile se si paga con il POS, dato che serve per forza lo scontrino fiscale. Quindi con i contanti si potrebbe omettere lo scontrino, mentre con le monete elettroniche no. 

POS, è scattata l’allerta in tutta Italia: cosa sta succedendo?

L’aumento di questi dispositivi però ha portato anche a far aumentare le molte truffe con il POS. Come sabbiamo, ne esistono di molti tipi, per tutte le necessità. Sicuramente però, il più utilizzato é quello wireless, cioè quello senza filo. Questo dispositivo spesso viene usato per truffare la gente.

La truffa avviene in modo veloce, soprattutto nei posti affollatti, tipo discoteche o autobus. La prima cosa che dobbiamo specificare e che per funzionare questo tipo di dispositivo, non ha bisogno dell’inserimento della carta ma basta appoggiarla sopra, questo però solo con importi fino ad una certa soglia. Proprio per questo motivo Il truffatore si avvicina ad portafoglio o alla borsa del malcapitato e avvia la transazione, senza che nessuno se ne accorga.

mancato collegamento POS attenzione