Cane San Bernardo: tutto sul cane da salvataggio per eccellenza

Il San Bernardo è una razza canina molto conosciuta e tanto amata. E’ un animale molto conosciuto in tutto il mondo grazie al suo ruolo di cane da salvataggio in alta montagna per eccellenza. Razza che ha conosciuto la fama in diversi film e cartoni animati, scopriamo tutto ciò che c’è da sapere su una delle razze canine più belle.

Le origini della razza

Il cane di San Bernardo ha una storia affascinante. Si iniziano a trovare tracce dei precursori di questa razza già ai tempi degli antichi Romani.  Il San Bernardo comincia a diffondersi in tutti i cantoni della Svizzera, paese di origine del cane, a partire dal 1600. Venivano anche utilizzati dai canonici residenti nell’ospizio situato in cima al Colle San Bernardo, per proteggersi dai briganti. Da qui il loro nome. Oltre a ciò, veniva impiegato come cane di salvataggio dei dispersi in viaggio tra le montagne. E’ sicuramente il ruolo di cane soccorritore in quota, quello più noto e più associato a questa razza, fin da allora. Numerose cronache di varie epoche, narrano delle numerose vite umane salvate grazie ai cani di San Bernardo. Molti salvataggi avvennero anche tra le fila dell’esercito napoleonico, attraverso cui si diffuse la fama di questo cane in tutta Europa.

Cane San Bernardo: tutto sul cane da salvataggio per eccellenza

Carattere ed educazione

Il cane di San Bernardo, come tutti i molossoidi, ha un enorme attaccamento al padrone e a tutti coloro che considera “amici”. E’ un cane molto generoso e pronto a sacrificare la propria vita per salvare un uomo in pericolo. Per questo si presta più di altri cani a soccorrere persone disperse in territori impervi, come in montagna. Non a caso, la prima immagine che rimane di lui, è quella della sua ‘mitica’ borraccia di grappa al collo, per donare sollievo e calore a coloro che vengono ritrovati. Il coraggio è, appunto, una delle sue doti principali. E’ anche un cane che ama giocare e stare in compagnia, soprattutto dei bambini, proteggendoli dai pericoli. Con loro in particolare, sa essere di una dolcezza e di una pazienza fuori misura, non a caso in molti paesi viene soprannominato “cane santo”.

Il costo del San Bernardo

Un cucciolo di San Bernardo può costare tra le 1.700 e le 2.000 €. Parliamo di cani acquistati presso allevamenti certificati e titolati di affissione ENCI e in possesso tutti i certificati di provenienza. L’allevatore dovrà sempre rilasciare un libretto sanitario del cane, con l’elenco dei vaccini e dei trattamenti anti-parassitari fatti. E’ possibile acquistare un cucciolo anche a prezzi inferiori, se non si sta cercando un cane “da concorso di bellezza”. Un cane che non debba rispettare tutti gli standard ufficiali di razza, pur mantenendo la sua purezza, avrà un prezzo più basso.