Allerta alito cattivo: ecco da cosa potrebbe dipendere, attenzione

L’alito cattivo è purtroppo una delle cose più fastidiose che si possano avere. Il nostro organismo, infatti, potrebbe espellere attraverso la bocca alcuni odori interni e per questo motivo il nostro alito ne può chiaramente risentire. Molte volte esso può dipendere dal consumo di alimenti particolari come le spezie ma soprattutto come aglio e cipolla.

Solitamente il problema dell’alito cattivo si ricerca all’interno della bocca e potrebbe essere conseguenza di una errata igiene orale. Lavarsi i denti e la bocca è certamente uno dei primi passi per risolvere i problemi di alito cattivo. Ma vi sono alcune possibili cause che vanno ben oltre la nostra bocca e ben oltre ciò che mangiamo.

Come capire se si ha l’alito cattivo

Vi sono diversi modi per capire se il proprio alito è effettivamente brutto o sgradevole. Uno dei trucchi più utilizzati è quello di poggiare e raschiare leggermente la parte posteriore della nostra lingua con un cucchiaio di plastica usa e getta. Annusando il residuo andremo subito a capire la qualità del nostro alito.

In questa maniera dunque possiamo sicuramente accorgerci cosa sentono le altre persone quando magari parliamo da vicino. Vi sono altri diversi modi, come quello di portare una mano vicino alla bocca ed alitarvi sopra. Questo però è un trucco che potrebbe ingannarci perché la mano potrebbe già di suo avere un odore più particolare.

Allerta alito cattivo: ecco da cosa potrebbe dipendere, attenzione

Allerta alito cattivo: ecco da cosa potrebbe dipendere, attenzione

Andiamo a questo punto a vedere e capire da cosa dipende l’alito cattivo. Esso, infatti, è uno dei principali problemi che quotidianamente ci portiamo dietro e per questo motivo è giusto controllare per capire da dove provenga. Solitamente infatti è causato da alcuni batteri che sono presenti all’interno della bocca.

Questi sono la conseguenza di diverse problematiche, o anche semplici fattori. Un esempio, come abbiamo già detto, è dato da una scorretta igiene orale. Se infatti non eliminiamo tutti i residui di cibo presenti tra i denti potrebbe diventare un problema. Un altro caso di alito cattivo è dato anche da protesi dentarie o anche da altri apparecchi ortodontici che non sono stati puliti in maniera corretta.

Come risolvere l’alito cattivo?

Per riuscire a risolvere l’alito cattivo vi sono alcuni suggerimenti che vi consigliamo di seguire. Innanzi tutto si parte da una dieta sana ed equilibrata che sia anche piena di acqua e sali minerali. Dovremmo inoltre evitare qualsiasi tipologia di zucchero e questo si deve fare soprattutto quando non abbiamo la possibilità di lavarci i denti subito dopo aver finito di mangiare.

Lo zucchero infatti porta ad una veloce formazione di piccoli batteri che vanno dunque ad appesantire il nostro problema di alitosi. Tra i cibi consigliati vi sono il tè verde ed altre tipologie che sono un vero e proprio antibatterico naturale per la nostra bocca.