Questi luoghi incredibili sono famosi perché la natura ha preso il sopravvento

Da sempre l’uomo ha cercato in tutti i modi di lasciare la sua impronta in questo mondo. L’uomo, nel corso del tempo, ha costruito opere che si sono conservate nei secoli, capaci di narrare alle generazioni future la storia dei loro antenati. Ma a questo desiderio di immortalità, non ha impedito alla Natura di prendere il sopravvento. In questo modo li ha trasformati nei luoghi più incredibili e affascinanti, seppur in completa decadenza. Ma vediamo quali sono!

Il paese fantasma di Craco, Basilicata

Craco è un comune medievale arroccato su un’altura, nella provincia di Matera, dalla storia millenaria. Fu abbandonato a partire dal 1963 a causa di frequenti frane e smottamenti, che rese il paese pericoloso e soggetto a continui crolli. Oggi il paese rivive attraverso visite turistiche guidate; le guide sono necessarie, a causa della pericolosità del luogo e dei continui crolli.

Questi luoghi incredibili sono famosi perché la natura ha preso il sopravvento

Kalavantin Durg, Panvel, India

Il forte di Kalavantin Durg si trova vicino a Mumbai, in prossimità del grande altopiano di Prabalgad. La sua particolarità è che si trova in cima ad un monte, a 2.300 metri di altezza, ed è raggiungibile solo attraverso una ripida e pericolosa scalinata intagliata a mano nella roccia, migliaia e migliaia di gradini. Il forte, costruito probabilmente ai tempi del Buddha e da secoli in abbandono, è meta di turisti e coraggiosi scalatori che sfidano la pericolosità del luogo per godere della meravigliosa vista dalla cima. Durante il periodo dei monsoni questo luogo è ancora più suggestivo, con la cima coperta di nuvole.

Antartide, Rottami del Pegasus

Nei pressi della pista di atterraggio Pegasus per aerei, si trovano i rottami di un aereo che si è schiantato, cedendo il nome al piccolo aeroporto. Si trova in Antartide ed è la più meridionale delle tre portano alla Stazione McCurdo. Essa è la sola pista di ghiaccio dov’è possibile far atterrare aerei con carrelli gommati ed è la principale pista che è utilizzabile durante l’estate antartica. L’aereo Pegasus si schiantò nel 1970 durante l’atterraggio, per via di una violenta tempesta di neve. Accanto alla pista che ne ha preso il nome, sono presenti i rottami dell’aereo. Non ci furono morti, ed i rottami vennero lasciati e sono periodicamente coperti dalla neve.

Dome House, Marco Island, Florida

Questa bizzarra abitazione con le stanze dai tetti a cupola come un igloo, è stata costruita con lo scopo di vivere in una casa totalmente autosufficiente ed eco-friendly. Le cupole sono progettate per essere resistenti ai frequenti uragani che si abbattono sulla zona. Inoltre oltre presenta un design funzionale, che permette di raccogliere l’acqua piovana, l’acqua che scorreva giù dalle cupole, veniva convogliata in un sistema di scolo, raccolta in appositi serbatoi, filtrata e pronta per usi domestici. Sono stati  addirittura installati pannelli solari per l’energia elettrica. Successivamente, la casa venne abbandonata e lasciata in balia dei cambiamenti climatici dell’isola, uno tra tanti, il cambiamento del profilo della spiaggia, che ha trasformato la casa in una pericolante palafitta sul mare.