Questi meravigliosi laghi vicino Firenze sono amati in tutta europa

Firenze è una delle città più belle d’Italia. Ma durante le belle giornate può diventare una delle città più calde ed afose, ed in questi casi, la voglia di una gita fuori porta è tanta. La soluzione migliore è quella di passare una bella giornata al lago. Nei pressi della città ci sono dei laghi bellissimi con panorami suggestivi, ma quali sono i più belli? E dove andare?

Lago di Bilancino

Rinomato lago artificiale posto a Barberino di Mugello, nella splendida valle del Mugello, è il più grande lago, sebbene artificiale della Toscana. Nonostante si tratti di una diga costruita per scongiurare e/o limitare il pericolo di alluvione nella piana dell’Arno, il Lago di Bilancino negli anni, ha assunto i tratti di un vero e proprio lago naturale, circondato dal verde della natura rigogliosa che contraddistingue il Mugello. Ha una superficie che si estende per circa 5 kmq e la sua profondità massima raggiunge i 31 metri, dimensioni tali che permettono di aumentare l’approvvigionamento idrico delle province di Firenze, Prato e Pistoia.

Questi meravigliosi laghi vicino Firenze sono amati in tutta europa

Essendo le sue acque balneabili, nel corso degli anni, il Lago di Bilancino è divenuto una delle mete più gettonate durante i mesi più caldi.  Le attività possibili da praticare sono molteplici: dalla semplice balneazione, alla vela, al windsurf, al kajak o la canoa. Per gli amanti del genere, c’è la possibilità di dedicarsi alla pesca sportiva di lucci, cavedani, carpe e persici. Per coloro invece, che ricercano pace e relax, non mancheranno insenature silenziose e nascoste, dove godere di qualche ora lontano da tutto e tutti per rigenerarsi.

Lago di Castelruggero

Poco dopo Grassina, in un territorio assolato e da cartolina c’è il borgo agricolo di Castelruggero. Quando le viti, i campi, le belle masserie iniziano a perdersi salendo in collina, si trova un lago artificiale, il lago di Castelruggero appunto, dove famiglie, single e anche i nudisti. Il clima è tranquillo, alla mano, da piscina in mezzo al bosco. Arrivare è molto semplice nonostante non ci siano indicazioni stradali. Vi basterà oltrepassare il paese di Grassina, girare a sinistra per circa 5 km, fino ad incontrare Capannuccia. Svoltare infine a destra per via Castelruggero fino a che non vedrai il lago sulla tua sinistra.

Lago di Londa: il piccolo paradiso

Il piccolo ma prezioso centro storico di Londa, fa da anticamera al lago artificiale ottenuto sbarrando il torrente Rincine. In questa vasca artificiale, che offre un panorama dolce e un riparo per tanti uccelli, affluiscono anche i torrenti che scendono dalle valli di Petroio e Fornace. Dal ponte di Londa sul Rincine, il giro è breve e suggestivo ma è la scusa per addentrarsi nei vicini boschi di Rincine e nei sentieri che portano all’antica Pieve di sant’Elena. Un itinerario poco impegnativo, ma che è una immersione in una specie di mondo fatato. Al rientro stanchi per la passeggiata ci si può fermare a mangiare sul lago o in uno dei tanti ristoranti e osterie, dove si ritrova la vera cucina tradizionale Toscana.