Questi sono gli animali che si fingono morti: ecco quali e perché

Lo sapevi che nel mondo esistono delle specie di animali  che si fingono morte, spesso come meccanismo di difesa? Molto spesso viene utilizzato o per una semplice difesa da predatori più grandi o per catturare le proprie prede. Ma quali sono questi animali? Scopriamoli insieme e vediamo anche quale sarebbe il loro modus operandi.

Il coniglio selvatico europeo

Un animale che si finge morto per cercare di distrarre un predatore e avere una possibilità di fuga è il coniglio selvatico europeo. Anche se gli esemplari adulti sono molto agili e veloci sia per fuggire che per rifugiarsi nelle tane, non sono sempre riescono a correre al riparo quando il predatore è molto vicino. Ai conigli non resta altra soluzione che utilizzare la tattica della tanatosi, fingersi morti e sperare che il predatore non si nutra anche di carogne.

La biscia dal collare o natrice dal collare

I rettili non sono certo esenti dal mettere in pratica questa tattica. Ne è un chiaro esempio la biscia dal collare, questo serpente non velenoso originario dell’Asia e dell’Europa, usa varie strategie di difesa quando si trova in situazione di pericolo come la produzione di un fluido dall’odore aspro dalle ghiandole anali o la finzione della morte. A volte fingono anche degli attacchi, colpendo senza veramente aprire le loro bocche. Riescono inoltre ad emettere sangue dalla bocca, per rafforzare la finzione.

La volpe comune

La volpe comune è un altro animale che si finge morto per catturare le prede. L’animale, in questi casi, risulta essere abbastanza ingegnosa nel procurarsi del cibo. Infatti adotta questa tattica per attirare i corvi che scambiandola per una carogna, le si avvicinano, ma appena giungono alla sua portata vengono catturati e sbranati.

Questi sono gli animali che si fingono morti: ecco quali e perché

Il Camaleonte Africano

Il camaleonte africano è un rettile molto astuto. Fa parte infatti di quegli animali che fingono di morire per difendersi. Nel momento in cui si sente minacciato, diventa di colore bianco cadaverico. Date le sue poche abilità nella corsa, avrebbe difficoltà a scappare velocemente. Solitamente si mimetizza con i colori circostanti per non farsi trovare. Quando ormai non ha scampo, assume questo colore grigio. La sua idea è quella di convincere l’aggressore a crederlo morto.

L’Opossum

Gli opossum sono marsupiali molto teneri e astuti. Se vengono inseguiti dai grandi predatori come le volpi, mettono in atto una bella scenetta. Quando ormai non ha speranze, rimane fermo senza muoversi di un millimetro. Apre leggermente la bocca, si stende per terra e attende. Anche gli occhi sembrano quelli di un cadavere. Il suo nemico quindi rimane disorientato e non lo attacca. L’opossum può fingere di morire per difendersi anche per diverse ore. Solo quando è fuori pericolo, si “risveglia” e corre al riparo.