Richiamo precauzionale per i semi di sesamo COOP: cosa fare

I tanti controlli che le autorità stanno eseguendo in questi giorni per l’allarme listeria stanno portando ad un cospicuo numero di richiami precauzionali di merce dai supermercati. L’ultimo richiamo riguarda i Semi di Sesamo Biologici a marchio Coop, quelli etichettati nella linea ViviVerde.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Si tratta di un prodotto abbastanza diffuso, ed è quindi bene monitorare la situazione e provvedere subito alla restituzione così come invita a fare il Ministero della Salute. Il richiamo precauzionale è infatti dovuto alla scoperta della possibile presenza di salmonella, rilevata in una campionatura effettuata a controllo. Di seguito la specificità del lotto da restituire e le possibili conseguenze della salmonellosi.

Semi di Sesamo Biologici Coop: cosa fare

Il Lotto dei Semi di Sesamo Biologici della Coop ritirato è il numero 138/22, che prevede la scadenza degli stessi per il mese di maggio 2023. I semi di sesamo sono quelli prodotti nello stabilimento Melandri Gaudenzio SRL, in confezione da 250 grammi. Il richiamo è in via precauzionale perché è stata riscontrata la presenza di Salmonella in 1 unità campionaria su 5 e quindi per non conformità microbiologica.

Il Ministero della Salute invita tutti i clienti che hanno acquistato il prodotto e il lotto indicati a non consumarlo e a riportarlo al punto vendita dove è stato acquistato. Anche questo richiamo è stato effettuato in data 6 Ottobre 2022, ma la comunicazione ufficiale è comparsa sul sito del Ministero della Salute soltanto in data 10 Ottobre 2022. L’avviso di richiamo è stato pubblicato sul nuovo portale dedicato alle allerta alimentari del Ministero della salute nella sezione “Avvisi di sicurezza”.

Salmonella: cos’è e perché è pericolosa

Il rischio salmonellosi è forse uno dei più conosciuti legati al cibo, ed anche uno di quelli con conseguenze più gravi. La salmonella è un batterio che è presente nell’ambiente a seguito di contaminazione fecale, essendo il tratto intestinale di umani e di animali il suo habitat. Le salmonelle che si adattano all’ospite portano al tifo, mentre quelle che non sono ospite-specifiche rappresentano un frequente agente di intossicazione alimentare nei paesi industrializzati.

In Europa la via di trasmissione più diffusa è rappresentata proprio dal consumo di alimenti contaminati. I principali sono le carni bianche, i molluschi, le uova, i prodotti a base di latte crudo, la frutta e verdura e i semi germogliati pronti al consumo. La salmonellosi può portare sintomi che vanno dai semplici disturbi gastrointestinali a fortissime infezione batteriche extraintestinali.

semi-di-sesamo viviverde salmonella