Giornata mondiale osteoporosi: iniziative in tutta Italia

Sono previste in tutta Italia iniziative e screening gratuiti in occasione della Giornata Mondiale dell’Osteoporosi 2022, prevista per il prossimo 20 ottobre. La giornata nasce come momento di sensibilizzazione e diffusione della conoscenza della malattia e dei suoi rischi.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Come si legge sul sito del Ministero della Salute, l’osteoporosi è una malattia sistemica dell’apparato scheletrico, caratterizzata da una bassa densità minerale e dal deterioramento della micro-architettura del tessuto osseo, con conseguente aumento della fragilità ossea. Si tratta della malattia che più incide sulle gravi fratture in tarda età che possono compromettere gli equilibri del nostro organismo.

Giornata Mondiale Osteoporosi: cosa fare

Se avete il sospetto di soffrire di osteoporosi, il prossimo 20 ottobre potrebbe essere una giornata molto importante per voi. Sono infatti già previste in tutta Italia iniziative, colloqui informativi, conferenze e screening gratuiti che possano aiutarvi nella prevenzione, diagnosi e cura della malattia. Le iniziative sono realizzate in collaborazione con Fondazione Onda che coordina l’iniziativa di porte aperte in oltre 110 ospedali Bollini Rosa in occasione dell’H-Open Day sull’Osteoporosi. È possibile sapere se ci sono iniziative vicine consultando il form di ricerca sul sito.

Solo per fare alcuni esempi: al presidio ospedaliero San Francesco di Nuoro si offre uno screening gratuito della qualità dell’osso tramite Dexa a donne in menopausa di oltre 50 anni, uomini sopra i 50 anni, pazienti con patologie oncologiche o immunologiche. L’Ospedale San Jacopo di Pistoia organizza visite gratuite di prevenzione rivolte a categorie specifiche; l’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli propone un “open day” anti osteoporosi nella quale tramite prenotazione sarà possibile effettuare visite mediche specialistiche gratuite e colloqui informativi.

Osteoporosi, cosa fare da soli

Ci sono tante cose che si possono iniziare a fare da soli per evitare che la malattia insorga e che proceda più velocemente aggravandosi in poco tempo. Adotta e mantieni uno stile di vita attivo, praticando regolarmente un’adeguata attività fisica. Segui un’alimentazione varia ed equilibrata, anche per prevenire l’eccesiva magrezza o il sovrappeso e l’obesità, assumi adeguate quantità di calcio e vitamina D.

Aumenta i livelli di calcio nella dieta inserendo latte e altri prodotti lattierocaseari; pesce azzurro, polpi, calamari e gamberi; verdure a foglie verdi; frutta secca come mandorle, arachidi, pistacchi, noci; legumi e in particolare ceci, lenticchie e fagioli cannellini; una buona spremuta d’arancia.

Questo nella pratica si traduce in: bere ogni giorno almeno una tazza di latte, meglio se parzialmente scremato. Fare spuntino con yogurt o frullati. Bere sempre almeno 1.5 litri di acqua, meglio se ricca in calcio. Mangiare formaggio almeno una volta alla settimana e pesce ricco di calcio almeno 3 volte alla settimana. Evita di associare questi ultimi ad alimenti che eliminano o bruciano il calcio come spinaci, rape, legumi, prezzemolo, pomodori, uva, caffè, tè.  Riduci il sale, le proteine, i cibi integrali e gli alcoolici.
giornata mondiale Osteoporosi