Eriksson allenatore: età, malattia, Lazio, moglie, figli

Eriksson, allenatore molto noto ed apprezzato nella Lazio, ha recentemente rivelato di essere affetto da una malattia, ma non ha alcuna intenzione di arrendersi. Questa sera sarà protagonista della prima serata di Italia Uno in un servizio de Le Iene. Nicolò De Devitiis si è recato in Svezia per fare visita a Sven Goran Eriksson, allenatore della Lazio che ha guidato la squadra alla vittoria dello scudetto nel 2000. L’inviato ha portato un videomessaggio con un incoraggiamento da parte di Mancini, Nesta, Nedved, Vieri e molti altri che hanno voluto dire al mister “Forza Mister, non mollare!”. Inoltre, gli ha portato gli ingredienti per preparare la carbonara, in ricordo dei bei tempi passati a Roma.

Sven Goran Eriksson è un ex calciatore, allenatore di calcio e dirigente sportivo svedese di grande fama e talento. Nato il 5 febbraio 1948 a Sunne, in Svezia, ha attualmente 76 anni ed è del segno zodiacale dell’Acquario. La sua carriera sportiva è stata ricca di successi, iniziando come calciatore nel ruolo di difensore e poi dedicandosi alla carriera da allenatore. Ha allenato diverse squadre tra cui il Benfica, la Roma, la Fiorentina, la Lazio (con cui ha vinto lo scudetto nel 2000), l’Inghilterra, il Manchester City, il Messico, il Leicester e squadre in Cina e nelle Filippine.

La sua vita privata è stata altrettanto interessante. Eriksson è stato sposato con Ann – Christine Petterson dal 1977 al 1994 e hanno avuto due figli, Johan nel 1979 e Lina nel 1989. Durante il suo soggiorno in Italia, ha avuto una relazione di dieci anni con Nancy Dell’Olio, un’avvocato italo-americana di origini pugliesi. Ha avuto anche vari flirt, tra cui uno con Debora Caproglio e un altro con la conduttrice svedese Ulrika Jonsson.

Nonostante i successi e i trascorsi romantici, Eriksson si trova ora ad affrontare la sua partita più importante. Ha recentemente rivelato di essere affetto da un tumore al pancreas e che potrebbe avere solo un anno di vita. A Natale ha riunito la sua famiglia per comunicare loro questa triste notizia. Tuttavia, nonostante le difficoltà, l’allenatore ha dichiarato di voler combattere e non mollare. La sua determinazione e il suo coraggio sono stati evidenti nel videomessaggio ricevuto da Mancini, Nesta, Nedved, Vieri e molti altri, che gli hanno voluto inviare un messaggio di incoraggiamento.

La carriera di Eriksson è stata segnata da numerosi successi e vittorie. Ha dimostrato di essere un allenatore di talento e di grande esperienza, guidando squadre di diversi paesi in competizioni di alto livello. Ora, la sua battaglia contro la malattia rappresenta la sfida più grande che abbia mai affrontato. La sua forza e la sua determinazione saranno sicuramente un esempio per tutti coloro che lo conoscono e lo ammirano.

La sua storia è stata raccontata in un servizio de Le Iene, che ha dedicato una serata intera a Eriksson. L’inviato è volato in Svezia per incontrare l’allenatore e portargli un messaggio di supporto da parte di colleghi e amici. Inoltre, ha voluto rendere omaggio ai bei tempi passati a Roma portandogli gli ingredienti per preparare la carbonara.

Nonostante la malattia e la consapevolezza di avere poco tempo a disposizione, Eriksson si dimostra coraggioso e determinato. La sua storia è un esempio di forza e di resilienza, e il suo impegno nel combattere la malattia è un esempio per tutti noi. Nonostante il destino avverso, l’allenatore continua a lottare e a non mollare, dimostrando che la volontà e la determinazione possono superare qualsiasi ostacolo.

La sua carriera nel calcio ha segnato la storia di molti club e nazionali, ma la sua più grande sfida è ora quella di affrontare la malattia. Sven Goran Eriksson è un uomo coraggioso e un esempio di determinazione per tutti coloro che lo conoscono. La sua storia sarà raccontata stasera in un servizio de Le Iene, e sarà un’occasione per rendere omaggio a un grande allenatore e a un uomo straordinario. Nonostante la malattia, Eriksson ha dimostrato di avere ancora tanto da dare e di essere un esempio di resilienza e di forza. La sua battaglia contro il tumore al pancreas sarà ricordata come una delle più grandi sfide della sua vita e come un insegnamento per tutti noi.
Continua a leggere su MediaTurkey: Eriksson allenatore: età, malattia, Lazio, moglie, figli