I migliori cibi per dormire e quelli da evitare assolutamente –

Il sonno di qualità è di fondamentale importanza per il benessere generale, tuttavia molte persone lottano con l’insonnia o notti agitate. Mentre ci sono vari fattori che contribuiscono ai disturbi del sonno, l’alimentazione gioca un ruolo cruciale nel favorire o ostacolare un buon riposo notturno. In questo articolo, esploreremo i migliori cibi per migliorare il sonno e quelli che dovrebbero essere evitati per assicurarsi di ottenere il riposo necessario per una salute ottimale.

Tra i migliori alimenti per il sonno, il tacchino si distingue per il suo contenuto di triptofano, un aminoacido che il corpo converte in serotonina e poi in melatonina, un ormone che regola il sonno. Includere il tacchino nella cena può favorire il rilassamento e migliorare la qualità del sonno. Un altro alimento benefico per il sonno sono le ciliegie, che sono una fonte naturale di melatonina. Bere succo di ciliegia acida è stato collegato a livelli più alti di melatonina e a un miglioramento della durata e della qualità del sonno.

Il pesce grasso, come il salmone e il sgombro, è ricco di acidi grassi omega-3, che sono associati a un miglioramento del sonno. Gli omega-3 possono contribuire a regolare la produzione di serotonina e ridurre l’infiammazione, favorendo un sonno migliore. Le banane sono un’altra scelta eccellente, poiché contengono sia triptofano che magnesio, un minerale che rilassa i muscoli. La combinazione di questi composti può aiutare ad alleviare la tensione e favorire il rilassamento prima di coricarsi.

La frutta a guscio, come le mandorle, le noci e i pistacchi, è una buona fonte di magnesio e triptofano. Inoltre, forniscono una sana dose di proteine e grassi insaturi, che possono stabilizzare i livelli di zucchero nel sangue durante la notte. I cereali integrali, come la quinoa, il riso integrale e l’avena, sono carboidrati complessi che possono aumentare i livelli di serotonina. Accoppiarli con una fonte di proteine può potenziarne gli effetti promotori del sonno. Infine, le tisane come la camomilla, la radice di valeriana e il tè alla lavanda hanno proprietà calmanti che possono indurre il rilassamento e contribuire a un sonno più tranquillo. Tuttavia, è consigliabile evitare tè contenenti caffeina, come il tè verde o nero, prima di andare a dormire.

D’altra parte, ci sono alcuni alimenti che è meglio evitare prima di dormire. La caffeina, presente nel caffè, nel tè, nel cioccolato e in alcune bibite, è uno stimolante che può interferire con il sonno. È meglio evitare queste bevande diverse ore prima di andare a dormire. I cibi piccanti o molto conditi possono causare disagio, indigestione e bruciore di stomaco, che possono disturbare il sonno. È consigliabile optare per opzioni più leggere alla sera. Allo stesso modo, i cibi ricchi di grassi saturi, come hamburger grassi e patatine fritte, possono causare indigestione e disagio. Consumare tali cibi poco prima di andare a dormire può interferire con la capacità del corpo di rilassarsi e dormire profondamente.

L’alcol, sebbene possa inizialmente causare sonnolenza, può disturbare le fasi successive del sonno, portando a un riposo frammentato e meno riposante. È quindi meglio evitare l’alcol poco prima di andare a dormire. Infine, bere troppi liquidi prima di dormire può portare a frequenti visite al bagno durante la notte, disturbando il sonno. È quindi saggio limitare l’assunzione di liquidi nelle ore precedenti il riposo notturno.

In conclusione, creare una dieta favorevole al sonno comporta fare scelte consapevoli riguardo agli alimenti che si consumano, specialmente nelle ore che precedono il riposo notturno. Integrare alimenti che favoriscono il sonno e evitare quelli che possono interferire con un sonno riposante può contribuire significativamente a un riposo notturno migliore. Sperimentare con diverse combinazioni e trovare ciò che funziona meglio per il proprio corpo può portare a un miglioramento della qualità del sonno e del benessere generale.
Continua a leggere su 33Salute.it: I migliori cibi per dormire e quelli da evitare assolutamente –