Australia paralizzata dal fuoco.

0
130

Non ci sono buone notizie per quanto riguarda l’Australia.

Come già sappiamo, migliaia di case sono andate distrutte dal fuoco.

Migliaia di animali come koala e canguri sono morti carbonizzati dal fuoco.

Tantissime le persone ferite, con intossicazione da fumo e rogo tossico.

Le fiamme degli incendi hanno devastato oltre cinque milioni di ettari, di cui 3,4 nel nuovo Galles del Sud.

Possiamo paragonare l’area distrutta grande quanto l’Irlanda.

L’emergenza però purtroppo, non è finita.

La situazione è sempre in allerta, seppure ci sia stata qualche ora di pioggia nelle scorse giornate.

Il premier Scott Morrison per la lenta risposta all’emergenza ha impiegato più di un milione di dollari per un fondo nazionale di ricostruzione.

Sono morti quasi 500 milioni di animali, tra uccelli, rettili e mammiferi.

E’ purtroppo aperta una stupida guerra contro i dromedari del paese, poichè si sostiene che consumino troppa acqua.

Insomma, è in atto un assassinio brutale verso altri animali seppure innocenti.

Cosa dobbiamo ancora aspettarci?

Dal punto di vista metereologico, purtroppo niente di buono.

Si prevedono temperature che supereranno i 45 gradi e altri incendi potrebbero divampare.

L’aria di Canberra è stata classificata purtroppo come la peggiore al mondo.

Questa è una tragedia senza precedenti.

Molte aree sono state distrutte dal fuoco, aree definite patrimonio culturale e naturale a livello mondiale.

Riserve naturali spettacolari, con abitanti dolcissimi animali come i koala.

Ma continuano anche gli aiuti per l’Australia.

Il presidente del Consiglio europeo Charles Michel ha offerto al premier australiano qualsiasi tipo di aiuto nella lotta contro gli incendi.

L’UE si sente vicina a tutti gli australiani colpiti da questo disastro di grossissime dimensioni.

Inoltre, tutti i membri dell’Unione Europea, sono predisposti a fare molto di più pur di aiutare il popolo australiano, e il loro suolo.

Si spera in qualche pioggia più consistente per riuscire a spegnere gli incendi che avvolgono l’Australia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here