A quanto deve essere la glicemia la sera: parla l’esperto

Qual è il corretto livello di zucchero nel sangue per dormire sonni tranquilli durante la notte senza preoccuparsi del rischio di ipoglicemia notturna? L’ISPAD (International Society for Childhood and Adolescent Diabetes) raccomanda un livello ideale di zucchero nel sangue tra 80 e 140 mg/dl prima di coricarsi. Questo è un livello di zucchero nel sangue che può essere controllato controllando almeno 2/3 ore dopo cena. In questo articolo cercheremo di capire cosa provoca l’aumento dei livelli di zucchero nel sangue di notte, come influisce sull’attività fisica prima di coricarsi e metodi e suggerimenti per mantenere un buon controllo della glicemia.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Perché la glicemia aumenta di notte?

Quando ti corichi a letto la notte, il tuo livello di zucchero nel sangue è di 110 mg/dl, ma quando ti svegli la mattina sale a 150. Perché questo accade?

Per capire come aumenta la glicemia senza mangiare nulla di notte, devi capire da dove viene il glucosio e dove finisce mentre dormi. Durante il giorno, i carboidrati che mangiamo vengono convertiti in glucosio e assorbiti nel flusso sanguigno. Parte di questo glucosio viene immagazzinato nel fegato per un uso successivo. Di notte, quando dormiamo, il fegato rilascia glucosio nel sangue.

E se ti alleni qualche ora prima di andare a letto?

L’esercizio fa quasi sempre abbassare i livelli di zucchero nel sangue. Questo effetto può durare per diverse ore. Se ti alleni nel pomeriggio, è importante adottare misure per ridurre il rischio di ipoglicemia notturna.

Queste misure dipenderanno dalla durata e dall’intensità dell’esercizio e dalle condizioni fisiche del praticante. Di conseguenza, alcune persone hanno bisogno di ridurre la dose di insulina a cena o addirittura di assumere carboidrati a lento assorbimento prima di coricarsi.

Come controllare i livelli di zucchero nel sangue

Se i valori della glicemia sono buoni prima di coricarsi, non viene eseguita attività fisica aggiuntiva e la mattina successiva i valori della glicemia non sono nell’intervallo previsto, si raccomanda di valutare la possibilità di modificare il regime di insulina.

Per questo motivo, a volte è consigliato un esame della glicemia alle 3 del mattino.

Se il livello di zucchero nel sangue è alto, l’insulina a lento assorbimento deve aumentare.
D’altra parte, se hai bassi livelli di zucchero nel sangue o ipoglicemia durante la notte, potrebbe essere necessario ridurre la dose.

Glicemia e fenomeno dell’alba?

Intorno alle 3 del mattino, la glicemia aumenta. Questo fenomeno è noto come “fenomeno dell’alba.” In questo caso, il fegato dovrebbe rilasciare abbastanza glucosio per sostituire il glucosio utilizzato e l’insulina funge da messaggero per comunicare al fegato la dose di cui il nostro corpo ha bisogno.

Tuttavia, se non c’è abbastanza insulina (come nel diabete di tipo 1) o se c’è abbastanza insulina ma non è possibile trasmettere il messaggio al fegato (come nel diabete di tipo 2), il fegato inizia a rilasciare glucosio rapidamente. Inoltre, i livelli ormonali come il cortisolo iniziano ad aumentare al mattino presto, il che può portare a una diminuzione della sensibilità all’insulina.