Le forze governative siriane hanno raggiunto un accordo formale diretto con le forze curdo-siriane per il dispiegamento delle truppe di Damasco nel nord-est del paese come forze di interposizione tra le milizie arabe anti-curde filo-turche e quelle curdo-siriane.

Accordo, che stando alle ultime notizie, è stato possibile grazie alla mediazione della Russia.

La Russia, sostiene a pieno il governo siriano, e ha inviato molte truppe nella zona est dell’Eufrate.

Secondo l’accordo, nel nord-est siriano le forze governative si sono dispiegate assieme a quelle russe lungo la linea di demarcazione tra la presenza turca e delle milizie filo-Ankara e la presenza curda. Le forze curdo-siriane e quelle turche non sono a contatto diretto proprio in virtù della presenza delle forze di Damasco.

Le Marine militari di Russia e Siria hanno svolto nel Mediterraneo orientale le loro prime esercitazioni navali congiunte.

Comunicato poche ore fa, dai media russi.

Alle esercitazioni, secondo la tv del ministero della Difesa russo Zvezdà, hanno partecipato 2.000 soldati e una decina di vascelli nonché alcuni velivoli.

La Turchia insiste. I ministri turchi, hanno dichiarato che non lasceranno la Siria finchè resterà ancora in guerra con i gruppi terroristici.

“La Turchia non chiede il permesso ad altri per operazioni per la sua sicurezza”, ha aggiunto Erdogan, puntando il dito contro “quelli che pensano di poter mettere in riga” il suo Paese con “ricatti”.

Queste, stando agli aggiornamenti dei media turchi, sono le ultime dichiarazioni del presidente turco Erdogan.

Come ben sappiamo, la guerra in Siria, va avanti dal 2011.

Molti paesi si sono schierati al fianco della Siria, ovvero:

Stati Uniti, Francia e Russia.

Una delle città più colpite e quasi rasa al suolo, è Damasco. ancora sotto il controllo dei ribelli di Assad.

Si contano numerosissime vittime, e nel maggior numero troviamo civili oltre che i soldati.

Si contano però, numerose vittime giovanissimi sotto i 10 anni di età.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui