Ecco come capire se il tuo cane soffre di allergie alimentari

Quando decidiamo di adottare un cane nella nostra famiglia, ci prendiamo la responsabilità di prendercene sempre cura. I cani, tendono ad avere una cute sensibile e possono perfino sviluppare allergie a particolari sostanze presenti nella loro alimentazione o nell’ambiente circostante. Ma come riconosciamo se soffre di allergie? Scopriamolo insieme.

Allergie o intolleranze

Negli ultimi anni si è sempre più monitorato lo stato di salute del cane, ed è aumentato fortemente il numero di cani che riscontrano reazioni allergiche. Questo deriva da un crescente utilizzo della chimica e della farmacologia anche nel mondo degli animali. L’allergia è una reazione immunitaria sviluppata da parte degli anticorpi in presenza di determinate proteine che l’organismo riconosce come nocive. L’intolleranza è invece l’incapacità di assimilare determinate sostanze.  Queste si differenziano nella manifestazione di sintomi diversi. Nella prima si presentano problemi di tipo cutaneo e forti pruriti, nella seconda, si verifica diarrea, vomito e altri disturbi, derivanti dall’assunzione di cibo non digerito.

Quali sono i sintomi

I sintomi di un’allergia alimentare sono: prurito cutaneo su muso, orecchie, zampe anteriori, regione ascellare. Il prurito si manifesta specialmente nella zona delle orecchie e collo, e può portare a diverse lesioni cutanee. I sintomi di un’intolleranza alimentare sono: generalmente di tipo gastroenterico e legati a diarree frequenti e perdita di peso. Tra i vari sintomi ricorre anche l’otite che può essere conseguenza sia di una allergia alimentare che di un’intolleranza. Le sostanze che più comunemente provocano forme allergiche nei cani sono: lattosio, glutine, grano, mais, soia, alcune carni (ad esempio pollo, agnello o vitello), pesce e additivi alimentari. Tutti ingredienti quasi sempre presenti nei cibi per cani industriali.

Ecco come capire se il tuo cane soffre di allergie alimentari

Che rimedi posso adoperare

L’unica soluzione a lungo termine è scegliere un cibo naturale, sano e bilanciato. Gli ingredienti da utilizzare, devono essere pochi e visibili, cercando di escludere quelli a cui il cane reagisce in modo inaspettato. La dieta casalinga per un cane allergico è un’ottima soluzione, soprattutto se si conosce già a cosa è allergico. Generalmente questa dieta deve prevedere: una proteina animale, verdure e carboidrati, ed è composta da pochi ingredienti. Questo ci permette evitare o individuare per esclusione l’alimento che crea disturbi al cane. Inoltre, questo tipo di alimentazione è in grado inoltre di ridurre l’insorgere di intolleranze alimentari nel cane per via della naturalezza degli ingredienti ed il processo di cottura poco invasivo ed aumentano le aspettative di vita fino a 3 anni come dimostrato da vari studi scientifici.