Quando il miele diventa tossico? La risposta degli esperti

Il miele è uno degli alimenti più antichi dell’uomo ed è stato amato dall’uomo fin dalla preistoria, ma ancora oggi si parla di miele in tutti i suoi colori. Chi ha detto che il miele cristallizzato è andato a male. Alcune persone dicono che il miele riscaldato fa male alla salute. Chi ha detto che l’unico vero miele sono i fiori di campo. C’è chi dice che solo il miele trasparente è puro…

Una truffa alla volta, cerchiamo di fare la nostra parte per eliminarli. Almeno tutto miele.

Il miele cristallizzato è deteriorato?

La cristallizzazione è un processo normale e reale che interessa la maggior parte dei mieli. È inerente alla struttura chimica di ogni miele e varia in base alla quantità di glucosio e fruttosio. Questo dipende direttamente dal nettare del fiore, quindi varia ampiamente tra i mieli a fiore singolo. Il miele cristallizzato è invece sinonimo di qualità.

Ad alcuni consumatori non piace il miele “granulato” e quindi acquistano solo miele non cristallino. Attenzione! Dobbiamo stare attenti e distinguere perché scorrono in questo modo.

Innanzitutto, devi sapere che alcuni mieli cristallizzano molto lentamente, come l’acacia, il castagno e la melata (che possono richiedere anni o non cristallizzare mai). Esistono invece altri mieli che cristallizzano molto rapidamente, come la melata di larice, dove il processo avviene ancora nel favo. Quando diciamo che il miele cristallizza velocemente, intendiamo miele di edera o miele di tarassaco, e una volta aperto l’alveare va messo nel barattolo il prima possibile, perché dopo un mese questa consistenza è ingestibile.

Altri mieli come molti fiori di campo, tigli, arance, ecc… perdono la loro forma liquida in circa due o tre mesi.

Ad alcuni consumatori non piace il miele “granulato” e quindi acquistano solo miele non cristallino. Attenzione! Dobbiamo stare attenti e distinguere perché scorrono in questo modo.

Quindi, ad esempio, se trovi sul ripiano un vasetto di miele d’arancia che è nel barattolo da forse un anno ed è ancora in forma liquida, ti consigliamo di fare attenzione perché potrebbe essere stato riscaldato a fuoco alto e aver perso la maggior parte del suo potere nutritivo. Passiamo alle altre fake news sul miele.

Il miele riscaldato fa male alla salute?

Pochi sanno che nel miele molto vecchio o riscaldato, soprattutto ad alte temperature, si produce una sostanza chiamata HMF (Hydroxymethylfurfural), che deriva dalla degradazione degli zuccheri, in particolare del fruttosio.

La tossicità per l’uomo è attualmente sconosciuta, ma sicuramente tossica per le api. In nessun caso il miele può essere venduto se questa sostanza supera i 40 ppm.

Il miele cristallizzato cambia sapore?

Questa non fa parte delle fake news sul miele, ma è una curiosità molto interessante sul miele cristallizzato. La gamma di sapori che percepiamo è in parte influenzata dalla temperatura e dalla consistenza del cibo che gustiamo. Quindi, ad esempio, anche lo stesso miele può darsi sapori leggermente diversi a seconda di quando lo si assaggia. Non solo il gusto, ma anche il colore varierà notevolmente. Ad esempio, se osserviamo il miele di tiglio come un liquido di miele fresco, lo troveremo di colore ambrato, e se lo osserviamo attraverso il vetro di un barattolo dopo qualche mese lo troveremo di colore ambrato. Noterai che il colore si è schiarito in modo significativo fino all’avorio e il sapore potrebbe essere più fresco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.