3 ore e 40 minuti è durata stamattina la conferenza stampa del presidente russo Putin.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Conferenza nella quale, ha discusso di molti punti all’ordine del giorno.

Putin ha dichiarato che la Russia non prevede un accordo a livello militare con la Cina.

< per quanto riguarda le alleanze militari, non ce ne sono in vista. Ma non prevediamo di farne con la Cina.> dichiara Putin.

Come dichiarato stamattina, Putin è favorevole all’immigrazione, dicendo che favoreggia l’economia.

Esistono due approcci per migliorare la situazione demografica. Fertilità ed aumento dell’immigrazione. Sostiene il presidente russo.

Si parla anche della Libia.

Putin dichiara di voler trovare una soluzione che metta fine alla guerra civile e religiosa in Libia.

Afferma di averne discusso con altri leader mondiali, e che presto si vedranno grandi progressi.

Si discute inoltre, anche di un problema creatosi vari mesi fa, ovvero, del Gas proveniente dall’Ucraina.

La Russia cercherà una soluzione accettabile riguardo il gas, per tutti, compresa l’Ucraina. Penso che ci metteremo d’accordo con l’Ucraina sul gas, non c’è alcuna volontà di aggravare la situazione energetica”, ha detto Putin.

A quanto dichiarato, il presidente russo sembra molto preoccupato per la situazione climatica e ambientale. Il clima è cambiato sostiene, ed è pericoloso specialmente per la Russia.

I ritmi dell’inсremento delle temperature in Russia sono superiori di due volte e mezzo rispetto alla media mondiale.

Il paese sviluppa diverse latitudini, e se il permafrost iniziasse a sciogliersi ci sarebbero conseguenze molto gravi per la Russia, e non solo.

Il presidente ha anche aggiunto che in Russia, che genera ogni anno 70 milioni di tonnellate di spazzatura, si sta lavorando da zero alla creazione di un industria del riciclaggio dei rifiuti.

Quest’anno sono presenti 1895 giornalisti, esponenti di media sia russi che stranieri, a partecipare alla conferenza stampa e a provare a fare una domanda al presidente russo. Sono circa 200 persone in più rispetto all’anno precedente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *