Allarme virus, aumentati metodi di sicurezza e si sperimenta un vaccino.

Hong Kong blocca i collegamenti ad alta velocità e traghetti con la Cina continentale a partire dal 30 gennaio 2020.

Tutto ciò, con la speranza di fermare il coronavirus e la sua rapida diffusione partita dalla città cinese di Wuhan.

La gran parte dei cittadini orientali, ha iniziato ad indossare delle mascherine verdi protettive, anche la governatrice Carrie Lam.

La governatrice Lam, sostiene che la totale chiusura dei fronti con la cina, mediante i mezzi ad alta velocità sia inutile, ma verranno comunque dimezzati i voli provenienti dalla Cina.

Verranno emanati dei blocchi, qualsiasi tipo di viaggio sarà sospeso.

I morti sono saliti a 106 e quasi 4000 mila contagiati.

La Farnesina lavora all’evacuazione dei 70 italiani a Wuhan, e a tutti i vari rimpatri dai possibili paesi contaminati.

Continua la divulgazione del rischio alto a livello globale per la trasmissione del virus.

Sia in Germania che in Baviera, sono stati accertati tre casi di infezione da coronavirus della polmonite. Notizia resa pubblica, dal ministero della salute Bavarese.

Sospesi oltre centinaia di voli da Pechino, Shanghai e Hong Kong verso gli USA.

Al momento, la sospensione dei voli sembrerebbe la misura più drastica ma necessaria da applicare in un caso d’emergenza come questo che stiamo affrontando.

Allerta massima anche in Canada, con un caso sospetto a Vancouver dopo aver accertato ufficialmente quello a Toronto. Si tratta di un uomo di quarant’anni che viaggia spesso verso la Cina, ed il suo ultimo spostamento sembrerebbe essere stato proprio Wuhan.

Al momento, il quarantenne americano, è in stato di isolamento presso la propria abitazione.

Si inizia a lavorare però su un possibile vaccino. Proprio dalla Cina arriva quest’ultima notizia, che collabora non solo con gli USA ma con altri cinque paesi nel mondo occidentale.

Lo Shanghai East Hospital si è detto pronto a lavorare ad un vaccino in collaborazione con l’azienda Stermina Therapeutics.

Questo però, sarà un percorso lungo e pieno di insidie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.