LIVE Coronavirus 26 Marzo: arrivano le mascherine in Campania

Gli aggiornamenti Live Coronavirus di oggi 26 marzo 2020 parlano di una diminuzione dei contagiati che in un giorno sono 3491. Frena anche l’aumento delle vittime nell’ultimo bollettino, infatti sono state 683 ed il numero totale in Italia è adesso di 7503.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Scongiurato il contagio dal virus per il Capo della Protezione Civile Angelo Borrelli, il quale è risultato negativo al tampone, ma resterà a casa fino a quando non gli passerà la febbre.

In Campania giunte 35.729 mascherine

In Campania sono giunte 35.729 mascherine come confermato dal Governatore Vincenzo De Luca, il quale ha fatto saper che dalla Protezione Civile Nazionale sono arrivate in queste ore: 33.000 mascherine FFP2 e 2.729 mascherine FFP3. Queste le dichiarazioni del Governatore della Campania: “Non è un grande quantitativo, ma ci auguriamo che sia l’inizio di un programma più ampio di consegne alla Campania del materiale sanitario necessario. Di queste forniture, com’è noto, è responsabile esclusivamente la Protezione Civile. Controlleremo ora per ora che questo programma di consegne vada avanti in maniera programmata. Per il resto, sta andando a regime il piano di potenziamento sugli esiti dei tamponi. Com’è noto abbiamo avuto nel giro di una settimana, oltre all’unico laboratorio del Cotugno, altri 9 laboratori in tutta la regione. Entro questo fine settimana, ci sarà la possibilità di avere i risultati entro le 24 ore, senza più arretrati”.

Ancora una volta cambia il modulo di autocertificazione

Per l’ennesima volta cambia il modulo di autocertificazione come ha spiegato il Capo della Polizia Franco Gabrielli, il quale ha affermato poco fa che c’è bisogno di nuove disposizioni, perchè bisogna essere rigorosi ma anche umani, alcuni punti vanno cambiati per favorire i cittadini che hanno bisogno e colpire chi invece cerca di fare il furbo.

Arrivano i primi dati ufficiali dalle regioni

La Protezione Civile del Piemonte ha fatto sapere che sono 16 i decessi di questa mattina; 7 in provincia di Torino, 1 nell’Alessandrino, 4 nel Novarese, 2 nel Cuneese, 1 nel VCO, 1 residente fuori regione.

Il totale complessivo è ora di 499 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi su base provinciale: 120 ad Alessandria, 16 ad Asti, 41 a Biella, 31 a Cuneo, 67 a Novara, 160 a Torino, 24 a Vercelli, 31 nel Verbano-Cusio-Ossola, 9 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte.

Sono 6.534 le persone finora risultate positive al “Coronavirus Covid-19” in Piemonte: 980 in provincia di Alessandria, 282 in provincia di Asti, 336 in provincia di Biella, 487 in provincia di Cuneo, 577 in provincia di Novara, 3.108 in provincia di Torino, 336 in provincia di Vercelli, 255 nel Verbano-Cusio-Ossola, 60 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 113 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

I ricoverati in terapia intensiva sono 408.
I tamponi diagnostici finora eseguiti sono 18.054, di cui 11.052 risultati negativi.

Anche la Sicilia ha stilato un nuovo bollettino.

Ricoverati stamattina 75 persone; in isolamento domiciliare 84; guariti 3; decessi 8.

Attualmente positivi 1095 su 9658 tamponi effettuati.

Le parole di Conte

Il Primo Ministro Conte questa mattina ha annunciato alla Camera che nuovi medici e 500 infermieri saranno inviati nelle zone più colpite dalla pandemia, ed ha anche promesso che a breve farà un nuovo decreto per salvaguardare aziende e cittadini, che attualmente sono in forte crisi economica. Ci dovrebbe essere un aumento di fondi fino a 50 miliardi di euro, con il rinvio del pagamento delle tasse e cassa integrazione fino a 6 mesi.

Ancora morti tra i medici

Bruttissime notizie arrivano dai decessi, sono diventati 33 i medici morti per Covid-19, 17 erano medici di famiglia. Intanto grazie all’intesa tra governo e sindacati viene ridotto l’elenco delle attività produttive considerate essenziali e indispensabili per il paese.