Chi soffre di colon irritabile può mangiare la zucca? Ecco il parere dell’esperto

La sindrome dell’intestino irritabile (IBS) è una disfunzione del sistema gastrointestinale caratterizzata da dolore addominale e movimenti intestinali. Le pareti del colon sono più “sensibili” del normale e possono infiammarsi e causare ogni tipo di dolore e disagio. Si tratta di una malattia molto comune, che colpisce circa il 20% della popolazione, con una marcata prevalenza nelle donne (3 a 1 prevalenza rispetto agli uomini).


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Sintomi

I pazienti con intestino irritabile presentano principalmente dolore addominale generalizzato o localizzato nel basso addome, diarrea o stitichezza, distensione addominale con gonfiore e gas e altri possibili sintomi associati come nausea, vomito, dispepsia, disfunzione sessuale (rapporti dolorosi e diminuzione della libido) , alterazioni delle urine.

Cause

Nonostante la sua popolarità, la ricerca scientifica deve ancora scoprire la vera causa di questa sindrome. Tuttavia, è noto che tra i fattori nella sua insorgenza, si possono riscontrare pregresse infezioni gastrointestinali, meccanismi neuronali alterati nel cervello, stimolazione della mucosa intestinale o della popolazione batterica (microbioma) che abitano naturalmente il nostro intestino, ed eventuali intolleranze ricevute cibo. Sembra che anche disturbi psicologici come stress, ansia e depressione possano essere fattori che contribuiscono. La sindrome dell’intestino irritabile non provoca danni permanenti o gravi, ma molte volte i sintomi possono causare imbarazzo e stress, influendo sul lavoro e sulla vita sociale di una persona. Tuttavia, questo fastidioso disturbo può essere gestito correggendo la propria alimentazione e seguendo una dieta mirata che includa determinati alimenti ed escluda altri.

Quali sono i sintomi della colite?

La sindrome del colon irritabile (IBS) è un problema comune che colpisce l’apparato digerente. I sintomi comuni includono crampi allo stomaco, gonfiore, gonfiore, diarrea e/o stitichezza, digestione lenta. I sintomi variano da persona a persona. Tendono a peggiorare nel tempo. Dopo lo stress o dopo aver mangiato determinati cibi, alcune persone sperimentano anche mancanza di energia, affaticamento, malessere generale.

Perché le donne sono più suscettibili?

Ci sono molte più donne che uomini con sindrome dell’intestino irritabile e le persone con il disturbo si considerano sfortunate a essere baciate: per ogni uomo che soffre di dolori addominali diffusi, ci sono tre donne che affrontano lo stesso problema. Secondo l’ipotesi Donne che sono i più colpiti sono diversi: il primo è biologico e ha a che fare con i cambiamenti ormonali L’alternanza di estrogeni e progesterone, che di solito si verifica ad ogni ciclo mestruale, ha l’effetto di rallentare o attivare i movimenti intestinali perché questa sindrome altera la funzione intestinale e una semplice fluttuazione ormonale è sufficiente per innescare un attacco di IBS nelle donne sensibili.

Proprietà e benefici della zucca

La zucca è ricca di sostanze nutritive benefiche per la salute. Diamo un’occhiata ad alcuni di loro e alle loro proprietà:

  • È ricca di antiossidanti, che riducono il rischio di malattie croniche come il cancro e le malattie cardiovascolari.
  • Le principali vitamine della zucca sono la vitamina A, la vitamina C, la vitamina E e l’acido folico, che rafforzano il sistema immunitario.
  • Promuove la salute degli occhi e una buona vista.
  • Promuove la salute della pelle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *