Cafalù, ecco le 10 cose da visitare e che non puoi perderti

Situata sulla costa tirrenica della Sicilia, Cefalù è una delle più famose località balneari dell’isola. Costruito ai piedi di un’enorme scogliera, il piccolo porto peschereccio siciliano è un borgo prediletto dai viaggiatori. Vediamo quale sono le cose che non puoi perderti se ci farai visita!

La Rocca

Presente in ogni foto del borgo di Cefalù, la Rocca è il luogo dove la città è stata originariamente costruita. Porta quindi i resti delle diverse epoche che si sono succedute. Ad esempio il tempio pre-ellenico di Diana , costruito tra il V e il IV secolo a.C., e i resti del Castello di Cefalù. Un luogo perfetto per fare delle passeggiate immerse nella natura dove potrete godere di una vista mozzafiato.

Il centro storico

Corso Ruggero è l’arteria principale del quartiere storico. E’ una strada battuta da migliaia di turisti che vengono ad ammirare i palazzi e le chiese barocche e a fare shopping per portare i loro souvenir. Da ammirare soprattutto la sera con le luci che addobbano il borgo.

Il duomo

La Cattedrale di Cefalù fu costruita dai Normanni nel 1131, per volere del re normanno Ruggero II di Sicilia, che, secondo la leggenda, scampò ad una tempesta sulla spiaggia di Cefalù. Arroccata sulla cima della città medievale, la cattedrale-fortezza testimonia il potere dei Normanni, discendenti dei Vichinghi nell’XI e XII secolo. Iscritta nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 2015, la cattedrale contiene la figura di Cristo Pantocratore, mosaici bizantini e monumenti funerari.

Cafalù, ecco le 10 cose da visitare e che non puoi perderti

Lavatoio medievale

In via Vittorio Emanuele, sotto una delle case che si affacciano sulla baia del porticciolo si trova un lavatoio pubblico che per secoli, fino a poche decine di anni fa, è stato utilizzato per il bucato dalle donne di Cefalù. Il sito è praticamente aperto in ogni orario e vi si accede scendendo una breve scalinata di pietra lavica che conduce a uno spazio stretto su tre lati dalle pareti degli edifici, in cui ci sono alcune vasche che raccolgono l’acqua gelida del fiume.

Porta Pescara

Cefalù è tra i primi “Borghi più belli d’Italia” ad essere inserito nell’elenco. Su due lati è bagnata dal mare: il più fotografato è quello sabbioso della baia del porticciolo con la vista del molo dall’ingresso di via Vittorio Emanuele attraverso Porta della Pescara. Passeggiando tra le vie del centro vi ritroverete davanti uno spettacolo senza precedenti.

I monumenti

Non perdete una visita al Teatro Comunale che troverete in via della Spinuzza, raggiungete la scenografica Porta Pescara, nei pressi del porto antico che dovete assolutamente vedere. Merita una sosta il Museo Mandralisca, l’unico della città che conserva, tra le altre opere, il Ritratto d’ignoto marinaio di Antonello da Messina.

Lungomare e spiaggia di Cefalù

Acque limpide e ampia spiaggia dorata risulta essere la scelta ideale per le famiglie, grazie al suo fondale che scende dolcemente e agli innumerevoli servizi che mette a disposizione dei bagnanti, come i lidi, i punti di ristoro o i negozietti di chincaglierie che garantiscono una vacanza all’insegna del comfort e del relax. Dal tramonto diventa una delle mete della movida notturna di Cefalù: bar, ristoranti e discoteche restano aperti fino a notte fonda.

Osterio Magno

L’Osterio Magno e un antico palazzo di Cefalù che sorge in pieno centro storico. Di notevole importanza storica e strutturale, presenta una grande cisterna di epoca romana, mentre le mura quadrangolari della torre risalgono al periodo normanno. Da notare sono le finestre, la grande trifora e le due bifore, di chiara matrice chiaramontana, che affacciano sul salone del palazzo.

Gibilmanna

Il santuario di Gibilmanna si trova nella frazione omonima del borgo di Cefalù. Situato a circa 800 m.s.l.m, questo monastero benedettino è meta di pellegrinaggi e luogo di preghiera; conserva numerose opere d’arte tra le quali la Statua di San Giovanni Battista, la Statua di Sant’Elena ed il pregiato simulacro in marmo della Madonna di Gibilmanna.

Parco delle Madonie

Il Parco delle Madonie è un parco naturale regionale che comprende il massiccio Madonie, le cui vette sfiorano i 2.000 metri s.l.m., alle spalle del borgo di Cefalù. ll parco ospita oltre la metà delle specie vegetali siciliane, e in particolare gran parte di quelle presenti solo in Sicilia. Sono presenti svariati percorsi trekking per tutte le difficoltà, parchi avventuraed è possibile cimentarsi anche in sport più estremi come l’arrampicata libera.