In Lombardia i ragazzi possono soggiornare gratis nei rifugi di montagna: ecco dove

La montagna è una passione per tutti, che siano grandi o piccoli, trascorrere un weekend in montagna è sempre stato l’ideale per evadere dalla quotidianità. Per una famiglia, però, può essere troppo costoso un viaggio del genere. Forse non tutti sanno, però, del progetto Famiglie e Giovani in montagna e del fatto che i giovani possono dormire gratis in rifugio. Ma scopriamone di più.

Il progetto in Lombardia

Il progetto si prefigge di far vivere gratuitamente ai giovani fino ai sedici anni un’esperienza in un rifugio. Bisognerà scegliere quelli che aderiscono al progetto. Fra questi, inoltre, verrà indicato anche i giorni in cui il rifugio sarà disposto ad aderire, principalmente saranno giorni infrasettimanali, ad esclusione delle notti prefestive. Il progetto Giovani in Montagna è attivo per il periodo estivo compreso tra il 3 Luglio e il 25 Settembre 2022 ed è aperto a tutti.

Come fare e come iscriversi al progetto

Secondo il progetto Famiglie e giovani in montagna, i giovani hanno diritto alla gratuità per il servizio di mezza pensione. Tutto questo, se abbinato al trattamento di mezza pensione del familiare, dei famigliari o parenti di primo grado che li accompagnano. Le famiglie, o singoli componenti del nucleo familiare o parenti di primo grado con bambini e giovani che vogliono partecipare a questo progetto, devono procedere in questo modo:

  • Cercare nella lista dei rifugi aderenti quello che più vi piace (vedi paragrafo sotto per le indicazioni riguardanti dove trovare;
  • Verificare la disponibilità del rifugio scelto telefonando direttamente al Rifugio;
  • Iscriversi;
  • Arrivati a questo punto riceverete un voucher via mail con la conferma dei dati trasmessi che dovrete successivamente firmare e consegnare al gestore del rifugio;
  • Infine il gestore dovrà apporre un timbro del rifugio e la firma della convalida.

In Lombardia i ragazzi possono soggiornare gratis nei rifugi di montagna: ecco dove

Perché il progetto educativo

L’emergenza sanitaria COVID-19 ha causato un profondo impatto sulla vita delle persone, nelle diverse dimensioni sociali, culturali, economiche.Di conseguenza, molte persone sono state spinte alla ricerca di spazi, ambienti e attività all’aria aperta fuori casa per tornare alla vita di sempre. Gli ambienti delle montagne di Lombardia hanno dimostrato una grande rilevanza, con la grande rete dei sentieri, dei rifugi e delle malghe, per la salvaguardia e promozione della salute dei singoli. Il progetto, offre una grande opportunità per incoraggiare corretti stili di vita e di tutela della salute, da coniugare con la necessità di promuovere e valorizzare i territori montani e sostenere la gente che in montagna vive e lavora.