Verdura di stagione a ottobre: le bietole, un alimento eccezionale

Tra la verdura che diventa di stagione ad ottobre è impossibile non citare, e con entusiasmo, le bietole – o biete, che dir si voglia. Le bietole sono considerate da molte persone un vero e proprio super-cibo perché portano con sé tantissime caratteristiche benefiche e praticamente nessuna controindicazione, se non quelle che si riservano a tutti coloro i quali possono soffrire dell’utilizzo di verdura a foglia verde a causa di problemi gastro-intestinali, o a chi soffre di calcoli ai reni.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Appartenente alla stessa famiglia della barbabietola e degli spinaci, compie il suo intero ciclo di vita nell’arco di due anni, e la si riconosce per il suo gambo bianco al centro di grandi foglie verdi che si radunano a cespo. In questo articolo scopriamo meglio le caratteristiche della bietola e le sue proprietà nutrizionali così rilevanti. È buona da mangiare sia cruda, in insalata con spinaci e valeriana, sia dopo cottura, che la priva di un certo gusto amarognolo.

Bietola: proprietà e caratteristiche

Detto che la bietola si può trovare in due versioni, da taglio o da coste, passiamo alla sua composizione, che già da sola può spiegare come sia un alimento estremamente sano. Come moltissime altre le verdure, le bietole sono composte principalmente da acqua (91%), e a seguire carboidrati (4,3%), proteine (2,2%), fibra (3,7%) e una percentuale davvero minima di grassi. È particolarmente indicata nelle diete ipocaloriche – ma non solo – perché contiene 22 kcal ogni 100 grammi.

La sua definizione di super-alimento deriva dalla presenza di numerosi minerali e vitamine fondamentali per il nostro organismo: calcio, ferro, magnesio, potassio, fosforo, vitamine C, A, E,K e del gruppo B; nonché da una spiccata presenza di antiossidanti come luteina, zeaxantina e beta carotene. La presenza di questi ultimi contrasta la formazione di radicali liberi e previene l’insorgenza di alcune forme tumorali.

I benefici della Bietola

Oltre a quanto già descritto, la bietola è utile come alimento regolatore della digestione e dell’intestino, perché favorisce la secrezione di succhi gastrici e apporta la giusta quantità di fibre atte a mobilitare l’intestino. Tali funzioni aiutano inoltre la gestione degli zuccheri nel sangue e possono quindi aiutare anche i diabetici.

I minerali presenti possono aiutare a rinforzare sia le ossa che i denti, ed è quindi consigliato mangiare bietole se si soffre di osteoporosi o di altri problemi dell’apparato scheletrico. La presenza naturale di acido folico la rende un alimento consigliato anche in gravidanza. La vitamina K, infine, contribuisce alla formazione e allo sviluppo della guaina mielinica che protegge i nervi, e quindi al buon funzionamento del sistema nervoso.

bietole ottobre