Omicidio Sacchi: Del Grosso intercettato

In una recente dichiarazione, il padre di Luca Sacchi, Alfonso Sacchi ha dichiarato che quando suo cugino Massimo gli avrebbe comunicato la notizia della morte del figlio, Giovanni Princi l’uomo finito in carcere per il tentativo di acquistare la droga, avrebbe esclamato: “vabbè se è morto andiamo a farci una birra e un panino che muoio di fame”.

Inoltre, Valerio del Grosso autore materiale dello sparo, poco prima dell’omicidio di Luca Sacchi è stato registrato ed intercettato al telefono con l’amico Marcello de Propis, il quale avrebbe confessato all’amico l’idea di sottrarre alla giovane coppia la somma di settanta mila euro e l’intenzione di fare un regalo all’amico.

L’audio intercettazione di Del Grosso, reso noto dal Gr1 Rai, è stato depositato dalla Procura di Roma. Secondo gli investigatori, la cosiddetta “cosa” riportata nell’audio sarebbe la pistola, pistola che De Propis ora anche lui in cella avrebbe dato all’amico.

Della somma di denaro di cui si è detto prima, ossia i settanta mila euro, si tratterebbero dei soldi che la fidanzata di Luca Sacchi, Anastasia avrebbe dovuto utilizzare quella sera insieme al fidanzato 25enne, un altro amico di lui Giovanni Princi, anche lui agli arresti, per comprare il quantitativo di droga, finita poi in tragedia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.