Sintomi della celiachia: ecco a quali stare più attenti

0
1202

La celiachia è un’intolleranza al glutine. Il glutine è un complesso di composti azotati che si forma durante la preparazione di un impasto a base di acqua e farina di vari cereali. Chi è affetto da celiachia non potrà consumare cereali come l’avena, il frumento, il farro, il kamut, l‘orzo, la segale, la spelta e il triticale.

La celiachia non è definita una malattia vera e propria, ma è una condizione che si manifesta a causa di una predisposizione genetica.

Negli ultimi anni, nel nostro Paese, il numero di persone che hanno manifestato sintomi di questa condizione è decisamente aumentato, tanto da essere stata riconosciuta come malattia sociale vera e propria.

Attualmente non esiste una cura specifica per questa condizione, l’unica cosa possibile da fare è seguire una dieta priva di alimenti contenenti glutine. E’ stata riscontrata questa condizione maggiormente nelle donne.

La celiachia rientra nelle malattie autoimmuni. Il consumo di glutine causa negli individui predisposti un’eccessiva risposta immunitaria che colpisce le cellule dell’intestino tenue.  Quando queste cellule vengono attaccate perdono la capacità di assorbire i nutrienti. Questo fenomeno priva alcuni organi come il cervello e il fegato di nutrienti che sono essenziali per il loro corretto funzionamento.

Sintomi della celiachia

Cercheremo di sintetizzare, in seguito, i sintomi che principalmente si manifestano quando si è affetti da celiachia.

  • Disturbi intestinali come il gonfiore addominale e il meteorismo, la stipsi, la diarrea, il dolore addominale e anche variazioni di peso.
  • Affaticamento e stanchezza generali e frequenti.
  • Infiammazioni del cavo orale, della bocca e alterazioni dello smalto dei denti.
  • Anemia.
  • Orticaria durante e/o dopo l’assunzione di alimenti contenenti il glutine.
  • Caduta dei capelli.
  • Dermatiti.
  • Dolori articolari.
  • Problemi di fertilità.
  • Scarso accrescimento e anomalie dello sviluppo nei bambini.

Questi sono i sintomi più comuni della celiachia, questi sintomi si possono manifestare sia singolarmente che congiuntamente.

Molte volte capita che si è celiaci ma non lo si sa. Questo perché i sintomi sono molto simili ad altri disturbi. Qualora si dovessero manifestare questi sintomi, si consiglia di non eliminare di testa propria tutti gli alimenti contenenti glutine, piuttosto sarebbe meglio rivolgersi ad un medico di fiducia, che molto probabilmente farà eseguire delle analisi, per accertare o meno questa condizione.

Diagnosi

La somiglianza dei sintomi di questa condizione con i sintomi di altre malattie rende la celiaca di difficile diagnosi. Soprattutto quando essa insorge già in età adulta, in questo caso sono necessarie varie visite specialistiche prima di accertarsi che l’origine dei disturbi sia realmente legata alla celiachia.

In molti casi succede che il paziente si convinca che siano degli eventi normali, e quindi lo omette al medico curante, per questo motivo molti italiani ci convivono con questa condizione, senza esserne realmente a conoscenza.

Un esame del sangue può aiutare la diagnosi.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here