Il sedano a cosa fa bene? Ecco la risposta della medicina

Il sedano è un alimento ricco di nutrienti, che apportano al nostro organismo numerosi benefici. Secondo i medici un consumo regolare di sedano può migliorare il nostro stato di salute.

Il sedano è un ortaggio molto comunemente utilizzato nelle nostre cucine. E’ un alimento molto salutare e genuino spesso fondamentale per la preparazione di alcune pietanze. Esso, ad esempio, può essere utilizzato per la preparazione di carni, verdure e tanti altri alimenti. Esistono varie tipologie di sedano tra le più conosciute ed utilizzate troviamo:

  • Sedano da coste. Questo è il più famoso tra tutti ed è anche il più conosciuto ed utilizzato in cucina.
  • Sedanina. Anch’esso molto utilizzato in cucina, ma rispetto alle coste ha un gusto più amaro.
  • Sedano rapa. Non è molto famoso nel nostro Paese, ma nelle regioni del nord Europa è utilizzato spesso in cucina.

Il sedano è una pianta erbacea biennale che ha il fusto eretto con delle scanalature. Questo ortaggio lo si ritrova in commercio tutto l’anno, ma principalmente è un ortaggio estivo. Ogni varietà di sedano è coltivata in modo diverso.

Sostanze benefiche presenti nel sedano

Gran parte dei nutrizionisti consigliano di consumare questo ortaggio dato il suo elevato quantitativo in composti ad azione benefica. I componenti principali del sedano, oltre l’acqua, sono:
Fibre
Zuccheri
Aminoacidi
Acidi grassi
Vitamine A, B, C, K
Sali minerali come il calcio, il magnesio, il potassio, il fosforo, il sodio, il ferro, il manganese e il molibdeno

Tutte queste sostanze sopra riportate sono molto abbondanti nel sedano, ma c’è da fare una precisazione importante, cuocendolo molti di questi nutrienti andranno persi. Per cui un consiglio è quello di preferire il suo utilizzo a crudo, e meglio ancora se biologico.

Benefici del sedano

I benefici apportati dal consumo di sedano sono molti. Questi benefici sono da attribuire alla presenza di molte vitamine, sali minerali, fibre e agenti antiossidanti.

  • Mangiare il sedano stimola il sistema immunitario.
  • Protezione dall’azione dei radicali liberi.
  • Ossa più forti
  • Rilassa il corpo.
  • Protegge il cuore.
  • Depura l’organismo.
  • Ottimo contro la stitichezza, favorisce il transito intestinale e previene il cancro al colon.
  • Previene la carenza di ferro.
  • Benefici per la salute degli occhi e della vista.
  • Aumenta la densità ossea e previene patologie come l’osteoporosi.
  • Migliora l’assorbimento del calcio.
  • Migliora la concentrazione e ha effetti benefici sulla memoria.
  • Povero di calorie, favorisce la diuresi e per questo ottimo alleato per perdere peso.
  • Previene e lenisce le infiammazioni del cavo orale.
  • Regola il pH dell’organismo.
  • Regola la pressione sanguigna.
  • Ottimo per regolare i livelli di colesterolo ematico.
  • Non genera picchi glicemici, per cui è utilizzabile anche da pazienti diabetici.

Curiosità

Il sedano sin dai tempi antichi era considerato un potente afrodisiaco.

Come conservare il sedano?

Il sedano se lasciato fuori dal frigorifero, non si conserva per molto tempo. Inoltre anche quando è conservato a temperature di refrigerazione devono essere fatti degli accorgimenti. Ad esempio, si consiglia di conservarlo all’interno di bustine di plastica, o anche in un panno umido. Non metterlo mai nelle parti del frigorifero che si raffreddano di più, ad esempio non poggiarlo alle pareti.

Controindicazioni

Il sedano è un ortaggio che non dovrebbe mancare in un regime dietetico, perché oltre ad apportare numerosi nutrienti e di conseguenza molti benefici, è un ortaggio molto ricco di fibre e acqua, per cui aumenta il senso di sazietà, ci sentiremo pieni, ma senza aver assunto troppe calorie.

Nonostante i suoi numerosi benefici, è bene ricordare che un abuso di qualsiasi alimento a lungo andare potrebbe provocare l’insorgere di controindicazioni. Questo discorso vale ovviamente anche per il sedano. Gli effetti indesiderati che esso può determinare sono ad esempio la stitichezza, a causa delle fibre solubili presenti. Non è consumabile da chi è affetto da allergie. Molta attenzione la si deve prestare anche in caso di gravidanza, si potrebbero verificare delle contrazioni uterine premature.

Ad ogni modo sempre meglio non esagerare nelle porzioni e nella frequenza nemmeno quando si è perfettamente in salute.