Vangelo del giorno – commento – 10 aprile 2020

Oggi è il Sabato Santo. Il Vangelo che la Liturgia ci propone è quello che si legge nel Vangelo di Matteo 28,1-10.

Cosa si legge nel Vangelo di oggi?

Passato il sabato, all’alba del primo giorno della settimana, Maria di Màgdala e l’altra Maria andarono a visitare il sepolcro. Ed ecco che vi fu un gran terremoto: un angelo del Signore, sceso dal cielo, si accostò, rotolò la pietra e si pose a sedere su di essa. Il suo aspetto era come la folgore e il suo vestito bianco come la neve. Per lo spavento che ebbero di lui le guardie tremarono tramortite. Ma l’angelo disse alle donne: «Non abbiate paura, voi! So che cercate Gesù il crocifisso. Non è qui. E’ risorto, come aveva detto; venite a vedere il luogo dove era deposto. Presto, andate a dire ai suoi discepoli: E’ risuscitato dai morti, e ora vi precede in Galilea; là lo vedrete. Ecco, io ve l’ho detto». Abbandonato in fretta il sepolcro, con timore e gioia grande, le donne corsero a dare l’annunzio ai suoi discepoli. Ed ecco Gesù venne loro incontro dicendo: «Salute a voi». Ed esse, avvicinatesi, gli presero i piedi e lo adorarono. Allora Gesù disse loro: «Non temete; andate ad annunziare ai miei fratelli che vadano in Galilea e là mi vedranno».


Cosa succede al Sepolcro?

Avevano lasciato il corpo di Gesù al sepolcro. Vi avevano rotolato la pietra ed erano tornati a casa. Tutto era finito. Il primo giorno dopo il salto le due Maria vanno a visitare il sepolcro. C’è un grande terremoto. Un angelo del signore scende si accosta al sepolcro e rotola la pietra. Le guardie che si trovavano al sepolcro hanno paura. L’angelo dice però alle donne di non spaventarsi. «Non abbiate paura, voi! So che cercate Gesù il crocifisso. Non è qui. E’ risorto, come aveva detto; venite a vedere il luogo dove era deposto. Presto, andate a dire ai suoi discepoli: E’ risuscitato dai morti, e ora vi precede in Galilea; là lo vedrete. Ecco, io ve l’ho detto».

Cosa fanno le donne?

Lasciano in fretta in sepolcro. Si ricordano di quando aveva detto loro Gesù. Capiscono che era accaduta una cosa straordinaria, un grande miracolo. Le donne vanno dai discepoli. A loro devono comunicare la grande gioia della Risurrezione. Ed ecco Gesù venne loro incontro dicendo: «Salute a voi». Ed esse, avvicinatesi, gli presero i piedi e lo adorarono. Allora Gesù disse loro: «Non temete; andate ad annunziare ai miei fratelli che vadano in Galilea e là mi vedranno». L’incontro è fra i più belli che racconta il Vangelo. Le donne hanno solo il tempi di avvicinarsi per adorare Gesù ma lui mette loro fretta. La fretta del dovere far sapere ai suoi discepoli che al sepolcro non era finito tutto ma anzi stava iniziando una nuova storia fatta di vita. Gesù invita le donne ad andare dai discepoli con un messaggio preciso. Devono dire ai suoi discepoli di andare in Galilea perché in quella terra torneranno a rivederlo.