Calciomercato Lazio – Si tenta lo sprint per Kumbulla: la valutazione è alta i biancocelesti hanno “assi nella manica”

Visto l’ottimo campionato portato avanti finora dai biancocelesti (tanto che al momento della ripartenza è a un solo punto dalla capolista Juventus), la dirigenza capitanata dal patron Lotito e dal direttore sportivo Tare sa che la qualificazione alla prossima Champions League, obiettivo mai nascosto da parte della dirigenza, è praticamente conquistata e conseguentemente arriveranno ingenti introiti.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Tutto su Kumbulla

La Lazio quindi potrà contare su una base economica decisamente interessante, che consentirà un potere d’acquisto di tutto rispetto anche per quanto riguarda mercato in entrata, che sarà sicuramente più sostanzioso rispetto a quello delle ultime stagioni.
Tra i tanti ruoli presi in esame per opportuni aggiustamenti c’è la difesa, e con tanti nomi segnati sul taccuino di Tare, pare essere Marash Kumbulla, centrale difensivo dell’Hellas Verona, altra compagine che sta facendo benissimo nel campionato corrente anche grazie alle ottime performance di diversi giovani elementi proprio come il giovane difensore albanese: secondo il Corriere dello Sport la Lazio intende puntare tutto su di lui, sia per caratteristiche tecniche e profilo che ben si sposa con il progetto laziale, sia per anticipare una concorrenza che è già agguerrita, visto che Juventus e Inter hanno da tempo messo gli occhi su di lui.

Le possibilità della Lazio

Nonostante le maggiori possibilità economiche di Juventus ed Inter, la Lazio può contare si diversi “assi nella manica” per convincere il calciatore a vestire la maglia capitolina: in primis un maggiore spazio, vista la folta concorrenza che probabilmente lo attende in altri lidi, gli ottimi rapporti tra la Lazio ed il Verona capitananto dal presidente Setti (che valuta il calciatore 35 milioni di euro ma che appare ben disposto ad accettare almeno una contropartita per far abbassare il costo del cartellino) e non ultimo, la “mini colonia” albanese costituita oltre che da Tare anche dal portiere Strakosha, fattore che lo aiuterebbero non poco l’adattamento in una nuova realtà.