Calciomercato Juventus – Tonali, attenta Juve: Cellino vuole l’asta

Calciomercato Juventus – Tonali è uno dei nomi che da più tempo viene accostato al futuro della Juventus. Il club bianconero è alla ricerca di un regista capace di impostare il gioco con i ritmi e la precisione richiesta dal 4-3-3 di Maurizio Sarri, e il giovane calciatore del Brescia rappresenta il profilo ideale qualora non si riuscisse ad arrivare a Jorginho. L’interesse della Juve per Tonali risale alla scorsa estate, quando già si provò a portarlo via dalla piazza lombarda. Ma adesso Cellino può sfruttare la concorrenza dell’Inter per strappare un’offerta monstre.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Calciomercato Juventus – Tonali, attenta Juve: Cellino vuole l’asta

Tonali potrebbe davvero fare al caso della Juventus. Serve però un’offerta importante e senza contropartite tecniche, almeno stando a quanto dichiarato ieri dal presidente del Brescia, Cellino, in un’intervista rilasciata a GR Parlamento, nella trasmissione “La politica nel Pallone”, e riportata oggi dai principali quotidiani sportivi nazionali. Cellino non si è sbilanciato a valutare il cartellino del giocatore (“Le valutazioni le fanno le domande e le offerte”) ma ha confermato l’interesse sia della Juventus che dell’Inter, ricordando che Tonali è stato chiesto anche “da molte altre squadre italiane ed estere”. E la sensazione è proprio quella che il Brescia approfitterà per strappare la cifra più alta in contanti che potrà arrivare.

Partendo però dalla consapevolezza che il giocatore vuole restare in Italia: “Lui vuole restare in Italia e lo accontenteremo, prima però deve finire bene il campionato. Spero che il ragazzo giochi a pallone e si diverta come faceva prima”. Questo può chiaramente essere un punto a favore della Juventus perché il club bianconero rappresenta il massimo nel nostro paese e il ragazzo potrebbe avere una preferenza per la piazza che gli consentirebbe di giocare ai massimi livelli in tutte le competizioni. Il rischio concreto – riferisce TuttoSport – è che l’Inter possa strappare il giocatore utilizzando parte dei soldi incassati per Icardi.