Ricetta coniglio in agrodolce: ingredienti, preparazione e consigli

Il coniglio in agrodolce è un secondo piatto molto gustoso, preparato spesso nella cucina siciliana. Come ogni piatto tipico regionale esistono molte versioni differenti, ma tutte buonissime. Nell’articolo di oggi vi proponiamo la versione “in bianco”, ovvero il coniglio senza l’aggiunta del pomodoro.

La carne del coniglio è molto tenera e facilmente digeribile, oltre ad avere un sapore delicato, non a caso è una carne ottima anche per i bambini. E’ semplice da preparare, ma allo stesso tempo è un secondo piatto d’effetto.

Coniglio in agrodolce – Ingredienti

I seguenti ingredienti sono per 3 persone.

  • 600 g coniglio
  • q.b. olio di oliva
  • q.b. farina 00
  • 100 ml vino bianco secco (mezzo bicchiere scarso)
  • 1 cipolla
  • 50 g olive (nere o verdi, snocciolate)
  • 2 coste di sedano
  • 1 limone
  • 2 cucchiaini di pinoli
  • 1 cucchiaio di uvetta
  • 2 cucchiaini di capperi sotto sale
  • 100 ml di aceto di vino bianco
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • q.b. sale
  • 1 pizzico di pepe nero

Coniglio in agrodolce – Preparazione e consigli utili

Come prima cosa bisogna pulire il coniglio. Iniziate tagliando la carne in pezzi più piccoli. Lavateli sotto l’acqua correte e dopo asciugateli con della carta da cucina.

Infarinate i pezzi di coniglio che avete ottenuto.

Adesso, sbucciate la cipolla e tagliatela a fette spesse.

Lavate il sedano e tagliatelo a tocchetti.

Dissalate i capperi, sciacquandoli sotto l’acqua corrente.

Mettete l’uvetta ad ammollare in una ciotola con dell’acqua tiepida.

Lavate il limone e grattugiatene una parte.

Sciogliete lo zucchero nell’aceto.

Ora che tutti gli ingredienti sono pronti, iniziate la cottura del coniglio.

Versate, in un tegame, circa 3 cucchiai di olio di oliva. In questo, fate soffriggere il coniglio infarinato, da tutti i lati, fino a farlo diventare dorato. Dopo, toglietelo e mettetelo da parte.

Nello stesso tegame, aggiungete un filo d’olio di oliva e fate soffriggere, a fuoco basso, le cipolle. Devono diventare trasparenti e morbide.

Dopo, aggiungete: il sedano, i capperi dissalati, i pinoli, l’uvetta sgocciolata, la scorza del limone, le olive e il coniglio.

Mescolate e sfumate il coniglio con il vino bianco. Fatelo cuocere fino a farlo evaporare del tutto.

Insaporite con un pizzico di pepe nero e del sale. Fate insaporire il tutto qualche minuto e dopo sfumate con l’aceto zuccherato.

Abbassate la fiamma e fate cuocere il coniglio per circa un’ora, deve diventare tenero.

Mescolate il tutto, ogni tanto e bagnate con dell’acqua calda, se il fondo di cottura si asciuga. Normalmente, serve circa un bicchiere e mezzo di acqua calda.

Al termine della cottura, servite il coniglio in agrodolce caldo o tiepido. Diventa più buono se preparato in anticipo.