Consigli per il Fantacalcio – Come gestire Morata all’asta

www.imagephotoagency.it

Alvaro Morata, grazie a una trattativa lampo, è un nuovo attaccante della Juventus. Il nome dell’attaccante spagnolo era stato già accostato ai bianconeri durante l’estate, ma l’operazione si è concretizzata nel momento in cui l’operazione Dzeko ha iniziato ad assumere aspetti grotteschi. Morata non è un bomber, ma sarà sicuramente funzionale alla squadra di Andrea Pirlo che lo conosce molto bene, avendo giocato insieme a lui alla Juventus. Lo spagnolo arriva a Torino nel pieno della maturità e ha molta voglia di riscattarsi, dopo un paio di annate altalenanti.

Dove giocherà Morata

L’acquisto di Morata va a completare il reparto d’attacco della Juventus, anche se si aspetta ancora un quarto attaccante dal mercato. Se Pirlo giocherà con i due attaccanti (come fatto nella prima di campionato) è facile pensare che lo spagnolo si alternerà con Dybala come partner di Cristiano Ronaldo, mentre come trequartista ci sarebbe uno tra Kulusevski e Ramsey. Morata può, all’occorrenza, fare anche l’esterno in un attacco a tre, non essendo una prima punta, ma questa opzione sembra essere stata accantonata, per il momento, da Pirlo. Un altro punto a favore per lui è quello di aver dimostrato di accettare senza problemi di partire dalla panchina, senza creare tensioni e problemi nello spogliatoio.

I bonus al Fantacalcio

Come abbiamo detto, Morata non è propriamente il classico centravanti da venti gol a stagione. È un attaccante moderno, di molto movimento e questo lo penalizza spesso in fase realizzativa. Lo spagnolo se dovesse giocare con continuità, come crediamo, potrebbe arrivare tranquillamente intorno ai 15 gol, considerando che non sarà rigorista. Sicuramente saranno anche diversi gli assist che fornirà ai compagni, visto il gran dinamismo che lo contraddistingue.

Cosa fare all’asta con Morata

Per chi deve ancora fare l’asta del Fantacalcio, Morata rappresenta un’ottima alternativa in attacco. Ovviamente non è da considerare un top di reparto, ma resta sempre uno dei terminali offensivi della Juventus. Verrà pagato come un semitop, considerando che non ha il posto garantito in squadra e sarà soggetto a molto turnover per via degli impegni di coppa dei bianconeri. Se volete puntare su di lui, non superate il 30% del vostro budget. Nel caso di aste di riparazione, considerate di prenderlo per sostituire attaccanti in partenza verso l’estero (MIlik ad esempio), oppure se avete risparmiato qualche credito per darvi un’alternativa di spessore in attacco.