Quarto Grado – Anticipazioni 2 ottobre – I casi

Quarto Grado ritorna nella prima serata di ReteQuattro di oggi, 2 ottobre 2020. Il programma di Gianluigi Nuzzi affronterà in puntata i più recenti casi di cronaca. Si accendono le luci sulla morte di Daniele De Santis e Eleonora Manta, i due giovani uccisi pochi giorni fa a Lecce.

Le anticipazioni di Quarto Grado ci parlano anche dell’ultima udienza del caso di Marco Vannini: Antonio Ciontoli ha ricevuto una condanna di 14 anni in secondo grado e 9 anni e 4 mesi alla moglie Maria Pezzillo e ai figli Federico e Martina. Si attende però l’ultima fase, la sentenza della Cassazione.

Quarto Grado – Anticipazioni 1 ottobre 2020

Daniele De Santis e Eleonora Manta sono finiti nel mirino di Antonio De Marco. Il giovane reo confesso ha rivelato di aver ucciso i due ragazzi di Lecce con 60 coltellate per via di qualcosa che gli aveva dato fastidio. Secondo le prime informazioni diffuse dalla stampa, sembra che i due fidanzati siano stati uccisi perchè troppo felici. Secondo il PM alla base di tutto ci sarebbe una chat avvenuta lo scorso 6 luglio, in cui Daniele ed Eleonora commentavano con una risata la richiesta di De Marco di alloggiare nella stessa stanza in cui aveva avuto modo di stare l’anno precedente, per un singolo mese. Un’amica di Eleonora ha rivelato che fra i tre ci fosse una convivenza difficile: la ragazza non si sarebbe trovata a suo agio proprio per la presenza di De Marco.

“Una grande emozione: finalmente, dopo più di cinque anni, abbiamo dimostrato quello che era palese dall’inizio”. Con queste parole mamma Marina ha commentato la sentenza della Corte d’Assise di Appello che ha stabilito una condanna più grave per i Ciontoli rispetto a quanto ricevuto in precedenza. A tutti e quattro gli imputati è stata riconosciuta l’accusa di omicidio volontario con dolo eventuale. Secondo i giudici infatti Marco si sarebbe potuto salvare, se solo i Ciontoli avessero detto la verità ai soccorritori. Le anticipazioni di Quarto Grado promettono un ulteriore approfondimento del caso.