Mangiare troppe cipolle cotte: cosa succede al nostro corpo?

Cosa succede al corpo a mangiare troppe cipolle cotte? Considerata la popolarità dell’ortaggio, sono tantissime le persone che si fanno questa domanda. Nelle prossime righe di questo articolo, puoi trovare la risposta completa.

I benefici della cipolla

Prima di inquadrare le conseguenze che derivano dal mangiare troppe cipolle cotte, vediamo un attimo quali sono i principali benefici di questo fantastico ortaggio. La cipolla ha diverse proprietà benefiche. Tra queste, è possibile citare la ricchezza in acqua (in un etto di ortaggio, possiamo trovarne più di 80 grammi).

Contraddistinta da proprietà antibatteriche e antivirali, la cipolla è fonte di vitamina C, portentoso antiossidante. Tra gli altri alleati contro i radicali liberi, troviamo la vitamina A e la vitamina E.

Quando si parla dei motivi per cui la cipolla fa bene alla salute, è il caso di citare pure la presenza di allicina, una molecola in grado di agire riducendo il colesterolo nel fegato. Non c’è che dire: la cipolla è un vero concentrato di proprietà benefiche! Tra queste, è possibile citare pure la presenza di vitamine del gruppo B, importanti per mantenere efficiente il metabolismo.

Ricche di potassio e per questo utili per migliorare la regolarità pressoria e proteggere il cuore, le cipolle andrebbero assunte previa comunicazione al proprio medico curante in quanto possono interferire con l’efficacia dell’aspirina.

Detto questo, possiamo vedere cosa accade al nostro corpo quando mangiamo troppe cipolle cotte.

Cosa succede quando si mangiano troppe cipolle cotte?

Mangiare troppe cipolle crude è pericoloso? Cosa succede al nostro corpo? Quando si includono le cipolle nella dieta, è bene moderare le quantità assunte. Non importa che si parli di cipolle cotte o cipolle crude.

Per quanto riguarda la quantità consigliata ogni giorno, è bene specificare che una sola cipolla va benissimo (parliamo di un ortaggio dal peso di circa 100 grammi). Consumando una cipolla al giorno, è possibile ottimizzare gli straordinari benefici di questo ortaggio.

A questo punto, è naturale chiedersi come mai sia il caso di moderare il consumo di cipolle cotte (ma anche di quelle crude). Il motivo è legato al fatto che, in alcuni casi, questo ortaggio può risultare non facilissimo da digerire.

Inoltre, un eccessivo consumo di cipolle può provocare areofagia. Fondamentale è ricordare che l’assunzione di cipolle cotte e crude andrebbe evitato in caso di sindrome dell’intestino iritabile. Da non dimenticare è poi che, esagerando con le cipolle, aumenta il rischio di avere problemi di alito cattivo.