Svolta Coronavirus: quarantena ridotta a 10 giorni ed un solo tampone per essere considerati guariti

Decisione importante quella resa effettiva poco fa dal governo, in vista dei contagi in aumento degli ultimi giorni: dopo la stretta verso chi fa attività sportiva, il Ministro della Salute Roberto Speranza ha comunicato infatti la decisione di ritenere guarite le persone dopo aver effettuato un solo tampone, a differenza di quanto accaduto fin’ora dove è stato opportuno sempre effettuare il doppio test per confermare la negatività.

Decisione

La decisione, arrivata dopo una riunione tra gli esponenti del governo ed il Comitato tecnico scientifico, serve per liberare un gran numero di tamponi visto il numero di positivi in costante aumento così da alleggerire il carico delle strutture ai adibite ai test anti Covid, rendendo così più fluida la procedura adibita in questi casi.

Quaratena ridotta

Confermata anche la decisione di ridurre i tempi della quaratena domiciare in caso di positività a 10 giorni per chi è entrato a contatto con un positivo: in maniera parallela è stato deciso di “liberare” dalla quarantena i positivi che non si sono negativizzati dopo 21 giorni. Il ministro Speranza ha inoltre annunciato l’arrivo di tamponi molecolari ed antigenici: “In queste ultime ore abbiamo iniziato ad utilizzare anche i test antigenici che sono test più rapidi e che ci aiuteranno: 5mln sono in arrivo, verranno usati nelle scuole, stiamo lavorando per provare ad aprire anche l’opportunità di un utilizzo negli studi dei medici di medicina generale e questo potrebbe essere chiaramente un grande passo in avanti”.