Luca Argentero e Cristina Marino furiosi – “Schifati e indignati”

Luca Argentero e Cristina Marino sono furiosi e sul piede di guerra con la stampa nazionale. I due attori sono diventati genitori da poco grazie alla nascita della primogenita Nina Speranza ed è proprio la bambina al centro dell’attenzione morbosa da parte dei paparazzi.


Entra gratis nel nostro Canale Telegram

Luca Argentero e Cristina Marino hanno deciso così di rompere il silenzio e hanno scelto di mostrare la neonata sui social. Nella speranza di poter placare gli animi dei più curiosi e per manifestare il loro disappunto su quest’eccessiva attenzione.

Luca Argentero e Cristina Marino sbottano sui social

Luca Argentero e Cristina Marino non ci stanno: l’attenzione della stampa nei confronti della figlia Nina Speranza è a dir poco eccessiva. ““Come sapete parliamo poco in coppia ma ci tenevamo a condividere con voi un accaduto molto spiacevole che ci porta a essere schifati e indignati, sono due aggettivi forti, ma è ciò che proviamo”, hanno detto su Instagram. I due attori hanno puntato il dito contro i settimanali Chi e Oggi, artefici di due servizi sulla neonata. Agli occhi dei genitori, Nina sarebbe stata fin troppo esposta su un giornale. “La premessa è che sicuramente ci sono cose più gravi in questo mondo nel momento”, hanno continuato, “ma è grave tutto ciò che ti tocca da vicino e questa cosa ci tocca molto da vicino”.

Luca Argentero e Cristina Marino si erano ripromessi di evitare a Nina qualsiasi tipo di esposizione pubblica. I due artisti poi hanno sottolineato che i giornali incriminati avrebbero superato il limite di ciò che è legale e corretto dal punto di vista giuridico. Ricordando così che la legge prevede che il volto dei minori venga oscurato in modo che non possa essere riconoscibile da nessuno e non oscurato con due pixel. Argentero poi ha annunciato azioni legali e la possibilità di chiarire tutto nelle sedi più opportune. “Siamo stati privati del diritto di decidere se farlo o meno”, hanno aggiunto, “l’intervista di Oggi è rubata, l’articolo non è concordato e vengono presi i virgolettati di altre interviste. Un vero e proprio piccolo furto”.