Mancini, CT della Nazionale italiana di Calcio, è positivo al coronavirus

Roberto Mancini, commissario tecnico della nazionale di calcio italiana, è positivo al coronavirus. La notizia è stata diffusa pochi minuti fa. L’allenatore della nazionale è asintomatico e sta bene, ma dovrà rispettare la quarantena fino a nuova negativizzazione.


Entra gratis nel nostro Canale Telegram

Mancini, CT della Nazionale italiana di Calcio, è positivo al coronavirus

La Nazionale italiana di Calcio potrebbe dover fare a meno del proprio CT nella sosta delle nazionali prevista dopo la prossima giornata di campionato, in questo fine settimana. Roberto Mancini, selezionatore della formazione nazionale italiana, è risultato positivo al coronavirus. La notizia è stata diffusa poco fa dalla FIGC che ha annunciato l’emersione della positività nell’attività di screening consueto previsto dai protocolli, in vista delle prossime convocazioni.

Questo il testo del comunicato: “Nell’ambito dei controlli periodici effettuati dalla Figc per i componenti degli staff tecnici delle Nazionali in vista dei prossimi impegni nelle competizioni Uefa, il Ct Roberto Mancini è risultato positivo al Covid-19. Del tutto asintomatico, nel rispetto delle disposizioni vigenti, il tecnico degli Azzurri si è posto in isolamento fiduciario presso la propria abitazione a Roma. La Figc ha tempestivamente avvisato la Asl territorialmente competente. Il Ct potrà aggregarsi al raduno della Nazionale a Coverciano una volta completato il percorso previsto dalle norme e dai protocolli Uefa Return to play e Figc”.

Allo stato attuale Mancini non potrà quindi guidare dalla panchina la formazione azzurra, che nella prossima sosta affronterà le seguenti partite: amichevole contro l’Estonia a Firenze (l’11 novembre 2020, alle ore 20.45) e quinta e sesta giornata di Nations League contro la Polonia a Reggio Emilia (15 novembre 2020, alle 20.45) e contro la Bosnia Erzegovina a Sarajevo (18 novembre 2020, alle 20.45).