Bere più acqua è possibile? Ecco 5 semplici trucchi per riuscirci

Bere più acqua è il primo passo per mettersi in forma, soprattutto adesso, nella stagione autunnale dove siamo pieni di buoni propositi come andare in palestra e seguire una dieta. A tal proposito, gli esperti concordano sul fatto che bere almeno un litro di acqua al giorno sia necessario non solo per liberarsi di inestetismi come pelle secca o ritenzione idrica, ma anche per depurare l’organismo da sostanze di scarto.

Tuttavia, accade spesso che la famosa frase “da oggi bevo due litri d’acqua al giorno!” rimanga soltanto una delle tante frasi propositive che, di tanto in tanto, ci propiniamo mentre la nostra bottiglia d’acqua ci guarda e sa già che anche oggi non verrà svuotata. Per riuscire a bere più acqua davvero esistono alcuni piccoli accorgimenti che possono aiutarci a raggiungere il nostro obiettivo, migliorando il nostro stile di vita e facendoci assumere la giusta quantità d’acqua giornaliera!

  • MISURARE L’ACQUA CHE BEVIAMO

Suddividere la quantità d’acqua bevuta, nell’arco della giornata, è un sistema molto facile per tenere il conto di quanto abbiamo bevuto, il risultato è che più riusciamo a bere più ci sentiamo motivati a farlo. Prendete come riferimento un bicchiere o una tazza, e riempitelo costantemente ogni volta che lo finite. Secondo quanto sostenuto da numerose ricerche, la quantità ideale è di 6 bicchieri al giorno, suddivisi in questo modo:

  • 3 al mattino prima di pranzo
  • 3 fino alla sera

METTETERE DELLE SVEGLIE PER RICORDARCI DI BERE

Mettere una sveglia con l’allarme “BEVI!” può essere un buon metodo per ricordarsi di bere, a patto che lo si faccia. Spesso, infatti, il suono della sveglia è associato al risveglio mattutino e quindi ad un’esperienza non proprio così piacevole, il rischio è quello di posticipare continuamente la sveglia (così come si è soliti fare ogni mattina) e quindi non riuscire nel proprio obiettivo. Si consiglia quindi di utilizzare come allarme un suono diverso rispetto a quello utilizzato per svegliarsi. Questo metodo può aiutare sia ad  abituare la mente che viene “allenata” a ricordarsi di bere sia l’organismo, che, se regolarmente idratato, comincerà a sentire da solo il bisogno di ricevere acqua.

SEGUIRE LA REGOLA DEL COLORE

La regola del colore si basa, appunto, sul rispetto di una semplice regola: abituare la nostra mente a svolgere una determinata azione ogni volta che ci si trova davanti ad un preciso colore, scelto a piacere. Una volta scelto il colore, come il blu o il vostro colore preferito, bisogna associarlo ad un’azione, in questo caso bere, e ripetere l’azione ogni volta che si vede il colore! Potrà sembrare un giochino banale, ma rimarrete sorpresi dai risultati, provare per credere.

UTILIZZARE UNA BOTTIGLIA CON TACCHE MOTIVAZIONALI

Si tratta di una semplicissima bottiglia da tre litri con delle tacche disegnate. Da una parte ci sono le fasce orarie, che indicano quanto si dovrebbe bere ogni ora, dall’altra invece ci sono delle frasi motivazionali, che ci incoraggiano a perseverare nel nostro obiettivo. In genere, possedere una bottiglia personalizzata, con varie fantasie o scritte stimolanti, ci induce a bere di più.

SCARICARE LE APP

Esistono diverse applicazioni che ci ricordano ogni momento di bere il giusto quantitativo d’acqua. Per fare un esempio, ricordiamo applicazioni come Flo, Promemoria per Bere, AquaClock, Aqualert ecc… App capaci di creare un programma giornaliero personalizzato in base alle nostre abitudini, ovvero a che ora ci alziamo di solito, quando mangiamo e quando andiamo a dormire, in modo da suddividere per bene il timer e avvisarci a determinate ore. Inoltre, inserendo il peso, l’età e l’altezza, calcolano anche il nostro fabbisogno quotidiano d’acqua, per idratare al meglio il nostro organismo.