Frasi e Video Giornata della Memoria e Shoah: il pack per il 2021

Giornata della Memoria – Non si può mai dimenticare ciò che è accaduto e per questo motivo per ogni 27 Gennaio è stata istituita la Giornata Internazionale di commemorazione per le vittime della Shoah. E’ stata istituita nel 2005, precisamente l’1 Novembre.

Come ogni ricorrenza siamo qui a farvi conoscere le migliori frasi ed anche i video più belli, così come le immagini. Possono tornarci utili nel momento in cui vogliamo andare a condividere un post su Facebook o una storia su Instagram o anche un semplice messaggio per far sentire la nostra voce su Whatsapp.

Frasi sulla Giornata della Memoria e Shoah

Le azioni erano mostruose, ma chi le fece era pressoché normale, non aveva nulla né di demoniaco né e né di mostruoso.
(Hannah Arendt)

Ricordare è un dovere: essi non vogliono dimenticare, e soprattutto non vogliono che il mondo dimentichi, perché hanno capito che la loro esperienza non è stata priva di senso, e che i Lager non sono stati un incidente, un imprevisto della Storia.
(Primo Levi)

La memoria è necessaria, dobbiamo ricordare perché le cose che si dimenticano possono ritornare: è il testamento che ci ha lasciato Primo Levi.
(Mario Rigoni Stern)

Se Dio esiste, dovrà chiedermi scusa.
(da una scritta ritrovata su muro di Auschwitz)

Il ricordo di un trauma, patito o inflitto, è esso stesso traumatico, perché richiamarlo duole o almeno disturba: chi è stato ferito tende a rimuovere il ricordo per non rinnovare il dolore; chi ha ferito ricaccia il ricordo nel profondo, per liberarsene, per alleggerire il suo senso di colpa.
(Primo Levi)

Auschwitz è patrimonio di tutti. Nessuno lo dimentichi, nessuno lo contesti. Auschwitz rimanga luogo di raccoglimento e di monito per le future generazioni.
(Marta Ascoli)

Sulle distese dove amore e pianto
marcirono e pietà, sotto la pioggia,
laggiù, batteva un no dentro di noi,
un no alla morte, morta ad Auschwitz,
per non ripetere, da quella buca
di cenere, la morte.

(Salvatore Quasimodo)

La Shoah non è stata mica un incidente di percorso del fascismo. Ha i suoi prodromi nelle leggi razziali del ’38, che a loro volta affondano le radici nella marcia su Roma del ’22. È qui che comincia la tragedia. Un consenso fondato in gran parte sulla coercizione.
(Andrea Riccardi)

La verità è tanto più difficile da sentire quanto più a lungo la si è taciuta.
(Anna Frank)

Voi che vivete sicuri
nelle vostre tiepide case,
voi che trovate tornando a sera
il cibo caldo e visi amici:
considerate se questo è un uomo
che lavora nel fango
che non conosce pace
che lotta per mezzo pane
che muore per un sì o per un no.
Considerate se questa è una donna,
senza capelli e senza nome
senza più forza di ricordare
vuoti gli occhi e freddo il grembo
come una rana d’inverno.
Meditate che questo è stato:
vi comando queste parole.
Scolpitele nel vostro cuore
stando in casa andando per via,
coricandovi alzandovi;
ripetetele ai vostri figli.
O vi si sfaccia la casa,
la malattia vi impedisca,
i vostri nati torcano il viso da voi.

(Primo Levi, Shema, trad. “ascolta”, tratto da Se questo è un uomo)

Pochi anni infatti ci separano dal più orribile crimine di massa che la storia moderna debba registrare: un crimine commesso non da una banda di fanatici, ma con freddo calcolo dal governo di una nazione potente. Il destino dei sopravvissuti alle persecuzioni tedesche testimonia fino a che punto sia decaduta la coscienza morale dell’umanità.
(Albert Einstein)

Video Giornata della Memoria e Shoah

Uno dei video più importanti che vogliamo condividere con voi oggi è quello della pianista Liana D’Angelo che ha suonato la famosissima Schindler’s List. All’interno del video sulla giornata della Memoria trovate anche alcune frasi.