Amanda Lear, chi è: età, figli, marito e David Bowie

Amanda Lear è una celebre cantante, attrice e conduttrice, tra le personalitò più eclettiche del mondo dello spettacolo. Scopriamo qualche dettaglio in più su di lei.

Chi è Amanda Lear

  • Nome: Amanda
  • Cognome: Tapp
  • Data di nascita: 18 novembre 1939
  • Luogo di nascita: Hong Kong o Saigon
  • Profilo Instagram: @amanda.lear
  • Segno zodiacale: Scorpione

Amanda Lear, che ha attualmente 81 anni, è una delle donne simbolo del mondo dello spettacolo. La sua carriera ha avuto inizio negli anni ’60, quando ha cominciato a lavorare come modella, distinguendosi rispetto alle colleghe per i suoi tratti androgini. A quel periodo, risale il suo rapporto sentimentale con l’artista Salvador Dalì, per il quale ha più volte fatto da modella.

Amanda Lear si è disinta anche come cantante. Il suo primo disco risale al 1977 (l’album I Am a Photograph), mentre l’ultimo, Let Me Entertain You, al 2016.

Si potrebbe andare avanti ancora molto a elencare le tappe salienti della carriera di Amanda Lear. Farlo significa ricordare, per esempio, che è stata attrice in diversi film, l’ultimo dei quali è Si Muore Solo da Vivi (pellicola uscita nel 2020 e diretta da Alberto Rizzi).

Figli

Amanda Lear non ha figli. Ecco come ha commentato, nel corso di un’intervista, questa situazione:

“I miei rimpianti sono tutti nella vita privata. La solitudine, la mancanza di un marito, dei figli. Ma non mi lamento, è stata una mia scelta”

Marito

Amanda Lear si è sposata per la prima volta a 26 anni con Morgan Paul Lear. Nel 1979 è convolata a nozze a Las Vegas con Alain-Philippe Malagnac d’Argens de Villèle. L’uomo è morto a soli 50 anni nell’incendio della loro villa in Provenza. A lui, la Lear ha dedicato un intero album, il disco Heart.

Dal 2001 al 2008, l’artista è stata legata al modello Manuel Casella, conosciuto durante le riprese del programma Il Brutto Anatroccolo.

David Bowie

Amanda Lear è stata legata per due anni da David Bowie. La loro storia, da lei definita stimolante anche culturalmente, è finita per volontà della Lear che, nel 1978, si è dovuta trasferire a Monaco per onorare un contratto discografico della durata di sette anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *