Cosa succede a chi mangia le arance con la buccia? Ecco la verità

Le arance forniscono esperidina, pectina, magnesio e potassio. L’esperidina combatte il colesterolo cattivo. Magnesio e potassio controllano la pressione sanguigna. La pectina che si trova nella parte bianca aumenta meno la glicemia.

Le bucce d’arancia fanno bene al colesterolo?

La buccia dell’arancia contiene due polimetossiflavonoidi come tangeretina e senimina. Entrambe le sostanze non influenzano i livelli di colesterolo “buono” (HDL) e non hanno effetti collaterali. Sono preferiti alle statine e ad altri farmaci che possono danneggiare il fegato e i muscoli. Tangeretina e nobiletina hanno ridotto il dosaggio del 32-40%. Anche queste due molecole sono nel succo, ma in concentrazioni molto basse. Bevi almeno venti bicchieri al giorno.

Chi soffre di ipertensione può mangiare le arance?

Le arance aiutano a combattere la glicemia alta. Attenzione però a non eccedere nella quantità. Le arance sono ricche di fibre e impiegano più tempo per scomporsi e digerire. Ciò consente un lento rilascio di zucchero e assicura che i livelli di zucchero nel sangue rimangano stabili per un lungo periodo di tempo.

Bevi il succo con attenzione. Può essere dannoso perché contiene meno fibre. Si consiglia di non assumere più di 45-60 grammi di carboidrati per pasto. Un’arancia normale contiene circa 15 grammi di carboidrati, mentre un’arancia grande fornisce il doppio di quella quantità. Secondo uno studio, due bicchieri di succo d’arancia al giorno possono causare un calo significativo della pressione sanguigna. È sempre bene assicurarsi di non acquistare prodotti industriali. Invece, prepara un bicchiere freddo a casa per goderne i maggiori benefici. Per avere un cuore sano, hai bisogno di una dieta equilibrata, meno sodio e più esercizio.

Quali minerali contengono le arance?

Sono composte da carboidrati ed acqua. Sono una buona fonte di fibre. Contengono pochi grassi, sono prive di colesterolo e hanno poche proteine. Sono un’ottima fonte di vitamine, minerali e sostanze antiossidanti. Hanno un basso indice glicemico e possono mangiarle anche i diabetici anche se con molta moderazione. Ecco i minerali che contengono:

  • Ferro
  • Calcio
  • Magnesio
  • Potassio
  • Sodio
  • Fosforo
  • Zinco
  • Rame
  • Manganese

Quali sono i vantaggi delle arance?

Gli studi hanno dimostrato che il consumo regolare di arance può aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiache. L’acido citrico e i sali di citrato contenuti nelle arance svolgono un ruolo importante nella prevenzione dei calcoli renali, secondo un sondaggio pubblicato sul Clinical Journal of the American Academy of Nephrology.

Le arance aiutano con l’anemia. Anche se non sono ricchi di ferro, sono un’ottima fonte di acidi organici come la vitamina C e l’acido citrico. Entrambi hanno la capacità di aumentare l’assorbimento del ferro da parte del tubo digerente. Ecco perché quando mangi un pasto ricco di ferro, puoi mangiare un’arancia per aiutare a prevenire l’anemia. La vitamina C è anche un antiossidante molto potente che può aiutare a combattere i danni alla pelle causati dall’esposizione al sole e dall’inquinamento.

La stessa vitamina C svolge un ruolo importante nella formazione del collagene, il principale sistema di supporto della pelle. Un altro studio pubblicato sull’American Journal of Epidemiology afferma che l’assunzione di arance e dei loro succhi durante i primi due anni di vita può ridurre il rischio di leucemia infantile. Inoltre, la vitamina C che contengono contrasta la formazione di radicali liberi che portano allo sviluppo del tumore. Le arance rafforzano il sistema immunitario. Bere un bicchiere di succo d’arancia ogni giorno può aiutare a sostenere il sistema immunitario. Tutto grazie all’azione della vitamina C, che previene le infezioni, stimola la formazione di anticorpi e rafforza il sistema immunitario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.