Perché la bresaola costa così tanto? Ecco la risposta che sorprende tutti

A differenza degli altri affettati la bresaola viene fatta con il manzo e non con il maiale, che ha un costo nettamente più basso.

La bresaola è un antipasto molto popolare a tavola, servita con parmigiano e una spruzzata di limone. Ma sai cos’è una bresaola animale? Questa è la risposta che ha sorpreso tutti.

Bresaola

La bresaola è un salume molto amato. Questo può essere capito dalla sua immagine a tavola, tra i commensali. È stato davvero difficile resistere quando si è presentato davanti ai nostri occhi, su un vassoio di salumi, condito con fettine di Grana Padano, erbette e fettine di limone. La dieta non è pericolosa: la bresaola è un alimento ipocalorico. La più famosa e pregiata è la Bresaola della Valtellina a marchio IGP.

Tuttavia, una cosa che molte persone non sanno è quale animale viene utilizzato per produrre i nostri salumi. Sai cos’è la bresaola animale? Questa è la risposta che ha sorpreso tutti.

Di che animale è fatta la bresaola?

Di che animale è fatta la bresaola? Molte persone pensano che sia fatta con carne di manzo, ma la verità è che la bresaola proviene da manzo sudamericano congelato, un mix di bovini francesi e carni irlandesi e austriache.

Ciò è consentito dal Codice del Disciplinare di Produzione IGP, il quale prevede che per le carni lavorate devono essere rispettati parametri quali tempo di marinatura, metodo di lavorazione e taglio. Naturalmente la carne viene controllata minuziosamente, ma non c’è una regola che la bresaola debba essere prodotta interamente in Italia e che la carne debba provenire da bovini italiani. Questo può sollevare interrogativi: dobbiamo preoccuparci dell’origine di questo zebù, che per noi deve essere insolito? È sicuro mangiare la bresaola?

È sicuro mangiare la bresaola?

La bresaola è sicura per la salute anche se non è prodotta con carne di manzo italiana? L’utilizzo di carni non comuni provenienti da allevamenti stranieri non pregiudica la sicurezza e la qualità della bresaola. È importante sottolineare che per ciò che offre IGP, il prodotto è povero di grassi e ricco di proteine. Quando acquistiamo la bresaola al supermercato, possiamo guardare l’etichetta nutrizionale del prodotto preconfezionato. Non troveremo alcun dettaglio sull’origine delle materie prime animali utilizzate. Quello che noteremo è la data di scadenza del prodotto, che aiuta a determinare i limiti di consumo per i consumatori in relazione a questioni di sicurezza alimentare ed è obbligatoria. La pancetta è ottima anche per la bresaola ed è molto magra.

Certo, per correttezza nei confronti dei consumatori, sarebbe meglio rendere più trasparenti i produttori di bresaola. I consumatori ipotetici sarebbero sicuramente più ricettivi all’utilizzo di carne di origine italiana, o almeno della taglia di provenienza, anche straniera ed extra europea, bovini macellati per la preparazione dei cibi. In questo modo, gli acquirenti possono scegliere consapevolmente quali alimenti preferiscono per la loro dieta con un consenso più informato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *