Come capire se la zucca è buona: ecco il trucco della nonna

La zucca viene raccolta tra settembre e novembre, ma in alcune zone la raccolta può essere fatta fino a febbraio. Ma la cosa più importante è che la zucca si può conservare anche per mesi dopo l’acquisto.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

La zucca anche se ha un sapore dolcissimo fornisce un apporto calorico molto basso infatti ha solo 20 kcal per 100 grammi di prodotto ed’ è composta al 90% d’acqua. È un alimento molto indicato nelle diete ipocaloriche grazie al suo contenuto di vitamine (gruppo A, B e C) e sali minerali.

Questo ortaggio è ricca di nutrienti benefici per la salute. Ha proprietà antiossidanti, che abbassano il rischio di malattie croniche, come cancro e malattie cardiovascolari. Grazie alle vitamine A, C, ed E, potenziano il sistema immunitario. Favorisce la salute degli occhi e una buona vista. Inoltre è ottima anche per la salute della pelle.

Come capire se la zucca è buona: ecco il trucco della nonna

Le zucche vengono raccolte già mature così da avere un sapore più dolce.

Uno dei metodi per vedere se la zucca è matura è controllare il picciolo, se è secco allora la zucca è matura.

Un altro modo per riconoscere se è matura consiste nel toccare la buccia. Se le zucche non sono mature, premendo la parte esterna dell’ortaggio si fletterà. Invece se è dura allora le zucche sono matura. Se poi percuoti la buccia, ne deriverà un suono armonico. In caso contrario, il rumore che otterrai sarà sordo.

Le zucche si conservano per mesi bisogna solo metterle in un luogo non umido ad una temperatura non inferiore agli 8°.

Una volta aperta la zucca tende a disidratarsi e seccarsi e andrebbe consumata dopo pochissimi giorni.

Come cuocere la zucca

Prima di cuocere la zucca, bisogna lavarla bene, tagliarla a metà e rimuovere i filamenti interni e i semi, magari con l’aiuto di un cucchiaio. In forno, la buccia può essere anche non tolta, basta solo tagliarla in spicchi o fette.