Lattuga: fate sempre questa cosa prima di mangiarla!

La lattuga andrebbe mangiata tutti i giorni perché è ricca di sostanze nutritive e non ha alcuna controindicazione. È considerata uno degli smart food perché è salutare e non appesantisce il processo digestivo. Ma ha anche una componente che preserva dall’insonnia. Infatti, il medico Galeno sosteneva di non andare mai a dormire senza prima aver consumato una porzione di insalata.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Esistono ben 140 qualità di lattuga selvatica e coltivata e la più famosa e la più consumata è l’insalata. Al negozio o dal fruttivendolo la troviamo in diverse varianti venduta singolarmente o in sacchetto, pratica per essere mangiata. Prima di consumare la lattuga e di metterla in una ciotola per essere condita dobbiamo però seguire una serie di accorgimenti.

La lattuga: dal produttore al venditore

La lattuga sciolta viene esposta nelle cassette di frutta o sugli scaffali del supermercato. Ciò significa che può essere toccata e palpeggiata da tutti. Sebbene ci sia l’obbligo di indossare dei guanti di plastica per maneggiare la frutta e la verdura, spesso si vedono persone che dimenticano questo passaggio.

Pertanto, visto il percorso alimentare che deve seguire la verdura è consigliato, una volta portata a casa, di fare un lavaggio completo alle foglie. L’acqua da sola però non basta: meglio mescolare all’acqua di lavaggio uno o due cucchiai di bicarbonato di sodio. Il prodotto andrà a eliminare eventuali batteri nascosti fra le foglie.

Quindi quando portiamo a casa una gamba di lattuga procediamo in questo modo:

  1. Separiamo le foglie della lattuga ed eliminiamo il torsolo duro.
  2. Mettiamo le foglie a bagno con una soluzione di acqua a temperatura ambiente e due cucchiai di bicarbonato di sodio.
  3. Strofiniamo bene le foglie per togliere i batteri e un’eventuale presenza di terriccio.
  4. Facciamo asciugare le foglie con l’apposito strumento.
  5. Mettiamo le foglie all’interno di un sacchetto richiudibile e la posizioniamo in frigo.

Bisogna fare molta attenzione anche agli sbalzi di temperatura che possono essere deleteri per la verdura. Dobbiamo togliere la lattuga dal frigo solo per inserirla nella ciotola per il condimento e non lasciarla per ore esposta a temperatura ambiente. Inoltre, dobbiamo avere una particolare attenzione anche a dove andremo a sistemare la lattuga all’interno del nostro frigorifero.

Spesso senza accorgercene, spingiamo il sacchetto della lattuga verso le pareti del frigo. In questo modo, però, può capire che le foglie si brucino al contatto con il gelo e marciscano all’interno del sacchetto. Presto seguirà una reazione a catena per cui le foglie vicine marciranno a loro volta costringendoci a buttare tutto il contenuto.

I benefici della lattuga

La lattuga può vantare molte qualità nutrizionali capaci di rinforzare il sistema immunitario e anche la vista. Inoltre, svolge un potente effetto antiossidante ed energizzante grazie a un aminoacido precursore degli ormoni del benessere. Infine, la vitamine B9 contenuta nella lattuga riduce i livelli di omocisteina nel sangue riducendo i cali di umori e i problemi cardiaci. Galeno, insomma, aveva visto lungo non solo per combattere l’insonnia ma anche per regalare al nostro organismo una generale e diffusa sensazione di benessere.