Svelati i periodi dell’anno in cui il gatto perde il pelo e alcuni consigli su cosa fare

Chi ha un gatto sa molto bene che arrivano alcuni momenti, durante l’anno, in cui il nostro micio inizia a perdere pelo. Il cambio del pelo del gatto è un fenomeno stagionale che si manifesta regolarmente con l’arrivo della primavera e dell’autunno, e gestirlo non è sempre semplice. La muta, infatti, provoca una perdita di pelo più intensa del normale e si accentua nel periodo di ricambio del manto. Ma vediamo quali sono i periodi dell’anno interessati e come poter agire nel miglior modo.

Il periodo della muta

La muta del gatto è un fenomeno fisiologico che, in condizioni naturali, avviene due volte l’anno, in primavera e in autunno, e dura generalmente alcune settimane. Verso l’autunno, il micio, sostituisce il “più fresco” pelo estivo, con quello più caldo e soffice, decisamente invernale. Proprio come noi quando cambiamo l’armadio tra una stagione e l’altra. Al contrario, con l’arrivo della primavera, il gatto tende a “vestirsi” più leggero, con pelo meno pesante e folto. Bisogna affrontare questi periodi al meglio per evitare di essere invasi da palle di pelo e soprattutto per agevolare il micio a questi cambiamenti. Scopriamo quali sono i modi migliori per gestirla al meglio.

Svelati i periodi dell’anno in cui il gatto perde il pelo e alcuni consigli su cosa fare

Spazzolare bene il gatto

Spazzolare il gatto è la prima e più importante arma a disposizione. È possibile non solo evitare la formazione di nodi, ma anche rimuovere il pelo morto e conseguentemente diminuire la quantità di pelo in casa, sul divano, sui vestiti e sul cuscino usato dal gatto. Pettinare e spazzolare il gatto non è sempre un’impresa facile; tuttavia, è un’operazione necessaria e, per i gatti cui piace, regalerà fusa a profusione e meno pelo in giro. In alcune stagioni, i gatti hanno due strati di pelliccia, una superficiale e una nascosta, il famoso sotto pelo. Ecco perché è importante rimuovere i peli morti e il sottopelo in eccesso, ossia quello che normalmente viene leccato via dal gatto, evitando la formazione dei boli di pelo nell’intestino del micio.

Cura la sua alimentazione nei periodi di muta

Per far fronte al rischio di boli di pelo nello stomaco potrebbe avverarsi necessario adattare l’alimentazione dell’animale al periodo. In particolare, è possibile introdurre nella dieta del felino una quantità maggiore di fibre o dell’olio di paraffina durante il periodo di muta. In questo modo, sarà per lui più semplice eliminare eventuali peli ingeriti. Anche l’erba gatta può essere un metodo efficace per aiutare l’animale nell’espulsione dei peli ingeriti.