Cammino di Santiago de Compostela: ecco tutto quello che devi sapere

Quante volte abbiamo sentito dire che il cammino di Santiago de Compostela è una delle esperienze più belle da fare? Il cammino è senza dubbio il pellegrinaggio più famoso e frequentato al mondo. Ci sono centinaia di motivazioni che spingono ogni anno migliaia di persone a percorrere questo incredibile tragitto. Ma vediamo tutto ciò che c’è da sapere!

La sua storia

Il Cammino di Santiago de Compostela è una delle vie di peregrinazione più importanti della storia. Così tanto che la città è considerata la terza città santa per la cristianità dopo Gerusalemme e Roma. È una rotta percorsa ininterrottamente fin dal primo terzo del IX° sec. In quest’epoca risale la declamazione della scoperta della tomba di San Giacomo il Maggiore, uno tra i più intimi degli apostoli di Gesù. Da tutto ciò deriva il nome della città Santiago (contrattura iberica di San Giacomo) de Compostela (del campus stellae) a ricordo di quella stella che, come la cometa guidò i Magi a Betlemme, indico a Pelayo (l’eremita) il luogo del sepolcro.

Cammino di Santiago de Compostela: ecco tutto quello che devi sapere

Chi sono i pellegrini del Cammino di Santiago

Da più un trentennio a questa parte il Cammino di Santiago ha ritrovato una nuova vitalità tanto che, se nel Medioevo fu motivo d’incontro e scambio culturale tra le genti del Mondo Antico. Motivo per il quale nella seconda metà degli anni ’80 fu definito “Primo itinerario culturale Europeo”, oggi è diventato un fenomeno mondiale. E’ facile infatti trovare sul Cammino persone di ogni nazionalità, ben oltre quelle europee. Negli ultimi anni si è stimato che oltre 200.000 pellegrini giungano ogni anno a Santiago.

Quanti chilometri è lungo il Cammino

La lunghezza del cammino è complessivamente di circa 800 Km, tuttavia è composto da vari itinerari, che rendono particolarmente complesso definire una misura precisa del pellegrinaggio. Il percorso può essere suddiviso in tre sezioni principali, il cammino francese, il tratto nel nord della Spagna e quello portoghese. Ognuno prevede tappe e sentieri differenti, perciò è importante conoscere le differenze di ognuno di questi itinerari. Nonostante sia possibile partire da qualsiasi punto, seguire un percorso a propria discrezione e fermarsi dove si vuole, l’aspetto fondamentale è percorrere almeno 100 Km del cammino, necessari per ottenere la Compostela. Si tratta di un certificato rilasciato a tutti i pellegrini, che attestano di aver effettuato almeno 100 Km a piedi o a cavallo, oppure un minimo di 200 Km in bicicletta, un premio che valorizza l’enorme sacrificio realizzato e simboleggia l’espiazione dei propri peccati.