Dieta antigelo: ecco come combattere a tavola l’influenza

Secondo alcuni studi sembrerebbe che preferire alcuni alimenti ad altri andrebbe a prevenire i tipici sintomi dell’influenza, molto comune specialmente in questo periodo dell’anno. Tra questi alimenti rientrano il miele, i legumi, frutta e verdura di stagione insieme a tanti altri.

Solo nelle prime settimane del 2020 si sono contati circa 3 milioni di soggetti colpiti dall’influenza. Come è possibile prevenire o  comunque contrastare l’insorgenza dei virus influenzali? La risposta è seguire un’alimentazione ben precisa, preferire alcuni alimenti piuttosto che altri.

Dal latte all’aglio

Come spiegano gli esperti, sarebbe importante aumentare la quantità di calorie assunte durante la giornata. Molto importante è iniziare la giornata con una colazione sostanziosa, ma allo stesso tempo sana e bilanciata. Ciò che si suggerisce di consumare a colazione è il latte, il miele o anche la marmellata. Mentre per pranzo e cena sarebbero da preferire soprattutto le zuppe, le verdure di stagione, i legumi e la frutta.

In questo modo andremo ad apportare al nostro organismo un quantitativo maggiore di vitamine e minerali, che rafforzeranno il nostro sistema immunitario.

Oltre alla frutta, alla verdura e agli alimenti ricchi di antiossidanti, nella dieta anti-influenza sono consigliate le uova e tutti gli alimenti ricchi di probiotici come ad esempio lo yogurt e i formaggi stagionati.

Da non dimenticare l’aglio, di fondamentale importanza per la presenza di allicina, la quale è una sostanza dalle numerose proprietà preventive.

Frutta e verdura di stagione

Molto importante è assumere frutta e verdura di stagione, specialmente quelle ricche di vitamina A. Tra queste sono consigliati gli spinaci, la cicoria, la zucca, i ravanelli, le zucchine, le carote e i broccoli.

Come già accennato si consiglia di utilizzare l’aglio, ma anche la cipolla, meglio se a crudo. Essi, infatti, svolgono un’azione preventiva su molte tipologie di patologie oltre che prevenire l’influenza. Questo perchè sono ricche di antiossidante, di composti dall’azione antibatterica e ricchi di vitamine e sali minerali.

Vitamina C e legumi

Per concludere dovrebbero avere uno spazio, nella dieta antigelo, anche piatti a base di legumi, da preferire fagioli, ceci, piselli, lenticchie e fave secche. Essi contengono ferro e sono ricchi in fibre, dunque eccellenti per aiutare il nostro organismo a smaltire eventuali agenti esterni e per favorire la funzionalità intestinale.

Per quanto riguarda la frutta, invece, sarebbe da consumare data la loro ricchezza in vitamina C. Gli esperti consigliano di consumare frutta di stagione come ad esempio i kiwi, le clementine e le arance.

Da non eliminare la carne, dato che apporta un quantitativo elevato di proteine.