Calciomercato Sampdoria – Nodo rinnovi anche in attacco: in due rischiano l’addio

Calciomercato Sampdoria – La situazione che in molti speravano di evitare alla Sampdoria si sta verificando: la squadra ha tanti elementi in scadenza nel 2021 con problemi dal punto di vista del rinnovo. Detto di Linetty, che ormai è già considerato un sicuro partente, ci sono altri due calciatori potenzialmente importanti che rischiano un addio semi-obbligato dal fatto che andranno in scadenza al termine della prossima stagione o di quella successiva.


Entra gratis nel nostro Canale Telegram

Calciomercato Sampdoria – Nodo rinnovi anche in attacco: in due rischiano l’addio

Il primo è Federico Bonazzoli: l’attaccante centrale ha messo in mostra le proprie qualità specialmente nella parte finale della stagione 2019/20 quando, recuperate fiducia e sicurezza, ha fatto vedere di sapersi intendere alla grande con Quagliarella e di vedere bene la porta. I contatti per il rinnovo sono in corso ma non ci sono evoluzioni positive note: il giocatore ha anche attirato l’attenzione di Torino e Inter e potrebbe essere attratto da una nuova esperienza altrove. Ranieri vorrebbe trattenerlo, perché con il capitano e Gabbiadini forma un reparto d’attacco completo per caratteristiche. La valutazione, in caso di mancato accordo, dovrebbe attestarsi intorno ai 10 milioni di Euro.

Stessa valutazione, identica, anche per un altro elemento della rosa: Gianluca Caprari. Per questi, però, la scadenza è nel 2022 e il club blucerchiato ha una posizione di maggior forza. Questo perché il Parma ha un diritto di riscatto già fissato a 9 milioni di Euro, una cifra che la Doria non tratterà al ribasso con il club scudato, anche se quest’ultimo ha già chiesto uno sconto. Il giocatore ha comunque mercato e se la valutazione tecnica sarà di una cessione non dovrebbero esserci troppi problemi. Ma il suo destino è anche legato a quello di Bonazzoli: con una cessione di quest’ultimo, la Doria aspetterebbe prima di privarsi di un altro attaccante. E con la permanenza di Caprari, servirà pensare al suo rinnovo, onde evitare di incorrere nello stesso problema l’anno prossimo.