È possibile smaltire le abbuffate natalizie? Ecco la risposta dell’esperto

Nei giorni natalizi è facile rompere con le abitudini e la quotidianità. È facile cedere alla tentazione di oziare, si dorme di più, si cerca di allentare col peso del lavoro dedicandosi a se stessi e alla famiglia. Il cibo e l’alimentazione fanno parte delle abitudini che subiscono un gran cambiamento. I menù delle festività natalizie, infatti, prevedono pietanze speciali, preparate per l’occasione che sono tutti fuorché leggere. Per non parlare poi dei dolci, degli innumerevoli panettoni e pandori. Risulta quindi facile esagerare e mangiare più del normale. Ciò può causare gonfiore, aumento di peso e uno squilibrio generale del fisico. Per questo motivo, è importante approfittare del potere disintossicante di alcuni alimenti. Inoltre, basta seguire alcune regole basilari, che aiuteranno nel processo di purificazione. Ma in che modo si possono smaltire le grandi abbuffate natalizie? All’interno di questo articolo risponderemo a questa e ad altre domande.

Le regole da rispettare per disintossicarsi

La prima regola da tenere a mente al fine di aiutare l’organismo nella disintossicazione è l’equilibrio. Bisogna essere certi di stare seguendo un’alimentazione che dia al corpo il giusto apporto di nutrienti. Un errore molto comune può essere quello di saltare i pasti: questa scelta può rivelarsi non solo inutile, ma aumenta la forza degli attacchi di fame e non aiuta a depurarsi. È più efficace invece aggiungere degli spuntini light che spezzino tra i pasti principali. Nella fase di depurazione, la frutta e la verdura hanno un importante ruolo: vitamine e minerali presenti in questo tipo di alimenti ci permettono di espellere le tossine e i grassi in eccesso. Molto raccomandati a tal fine sono sicuramente, carciofi, mele, limone e broccoli poiché hanno un potere depurante molto alto e sono in grado di regolare anche l’intestino. Un altro consiglio riguarda anche i condimenti: è importante sostituire qualsiasi tipologia di condimento ricco di grassi animali con quelli vegetali. Per ciò che riguarda l’olio è consigliabile mangiarlo a crudo. Mente per ciò che riguarda l’uso del sale, sarebbe meglio non abusarne, per evitare la ritenzione idrica. Può essere tranquillamente sostituito dall’utilizzo di spezie e aromi per sopperire alla poca sapidità.

Come depurare velocemente dalle abbuffate natalizie

Nella fase di depurazione l’acqua è di grande aiuto. Essendo l’elemento di cui in gran parte l’organismo umano è composto, berne una giusta quantità facilita la digestione e riduce il senso di sazietà. È importante assumere acqua lontano dai pasti principali, anche sotto forma di tisane e infusi. Proprio questi ultimi aiuteranno l’organismo a espellere tossine e grassi. Delle ottime alleate sono le tisane di carciofo, tarassaco, cicoria, che depurano fegato e milza. Infine, all’alimentazione bisogna unire anche della sana attività fisica. Fare sport regolarmente favorirà il dimagrimento e rinforzerà il sistema immunitario e cardiovascolare. Un’attività semplice, come camminare,  può davvero fare la differenza.