Se mangi pomodoro e bresaola, dovresti sapere questo: “incredibile”

In estate oltre alle nostre abitudini, cambia, anche se in minima parte, il nostro regime alimentare giornaliero. Difatti si tende sempre di più di ricercare cibi freschi ma allo stesso tempo nutrienti che non abbiamo bisogno di lunghe preparazioni e cotture per via del calore già elevato della temperatura ambientale. Oggi parleremo di due ottimi alimenti che messi insieme possono non solo darci freschezza ma anche tante proprietà benefiche, bresaola e pomodoro.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Se mangi pomodoro e bresaola, dovresti sapere questo: “incredibile”

Partiamo col primo, ormai divenuto uno dei salumi più poveri di grassi e più digeribili. Aderente alla categoria di salumi e insaccati, la bresaola è a tutti gli effetti carne cruda mantenuta che, a differenza degli altri affettati, non viene sottoposta a macinatura, arrotolatura e condimento.

Fra i minerali, invece, i più copiosi contenuti nella bresaola sono il potassio, il selenio, il fosforo e il calcio. Può anche essere elencata tra gli alimenti più ricchi di ferro, dunque è indicata in caso di anemia, ciclo mestruale e, in generale, in caso di convalescenza. È da avvertire, però, che anche la quota di sodio si rivela molto elevata, per questo motivo è bene mangiare questo alimento con moderazione.

Pomodori

Il pomodoro invece, ormai simbolo dell’Italia e della nostra cucina, sono fonte di preziosi nutrienti, soprattutto di potassio, fosforo, vitamina C, vitamina K e folati. Il colore rosso dei pomodori è dovuto ad un antiossidante, il licopene, il cui comportamento è aiutato da altri due antiossidanti ossia luteina e zeaxantina.

I pomodori sono una ottima fonte naturale di potassio, minerale che aiuta diminuire la pressione arteriosa e regolare la contrazione muscolare. Ulteriormente, agisce nell’equilibrio acido- base, nella trasmissione degli impulsi nervosi e nella regolazione del ritmo cardiaco. Poi il pomodoro è un’ottima fonte di licopene.

Si tratta di un carotenoide ad azione antiossidante che è responsabile, del colore rosso dei pomodori. Ma anche di altri vegetali come l’anguria e i frutti rossi. Svolge un’azione antinfiammatoria e difende gli occhi dalla degenerazione dovuta all’età. Il suo forte potere antiossidante lo rende eccellente nella lotta sia all’invecchiamento cellulare che ai tumori.

Quindi possiamo concludere dicendo che questi due alimenti se uniti insieme in un pasto hanno valori nutrizionali strepitosi oltre che ad un gusto sopraffino, per questo il consiglio è di mangiarli assieme ma senza esagerare.