La scienza rivela queste abitudini per avere gambe toniche: ecco quali

Gambe toniche non sono solo belle da vedere, ma servono anche per essere più libere nei movimenti e camminare leggiadre. La scienza ha rivelato queste abitudini per riuscire finalmente a liberarsi dalla pesantezza, vuoi sapere quali sono?

Se hai dei sandali in sughero, puliscili con questo metodo geniale e veloce

4 donne su 10 lamentano problemi di circolazione venosa nel mese estivo, che fa sentire le gambe ancora più appesantite.

L’insufficienza venosa degli arti inferiori si manifesta con vene varicose e capillari. Esse sono abbastanza comuni con l’avanzare dell’età, ma per le donne sono anche un grosso problema estetico. Per questo l’importante è la prevenzione.

I sintomi delle gambe gonfie

Negli arti inferiori, come anche in quelli superiori, si hanno due principali sistemi venosi: uno superficiale e uno profondo. Quello profondo può ammalarsi e cominciare con le vene varicose, con il passare del tempo, bisogna stare attenti perché il sangue può arrivare a non coagularsi bene e si rischiano trombosi.

I sintomi del malfunzionamento sono:

  • senso di pesantezza agli arti inferiori;
  • gonfiore se si indossano vestiti stretti o si sta troppo in piedi
  • comparsa di ectasie venose, quali le dilatazioni delle vene superficiali fino a una vera e propria patologia varicosa.

Abitudini per avere gambe toniche: ecco quali sono

Ci sono alcune abitudini da adottare durante l’anno, per non arrivare in estate con questi problemi. Ecco quali sono:

  1.  Gambe in alto:  poggiando il cuscino sotto il materasso la notte, il giorno dopo avrai la circolazione migliore e quindi non avrai problemi di pesantezza.
  2. Quando fa caldo scegli vestiti confortevoli e larghi: Niente cose strette che comprimono polpacci e gambe, anche per quanto riguarda i calzini.
  3. Doccia fredda e calda: Il freddo è un vasocostrittore che restringe i vasi sanguigni e aiuta il ritorno linfatico, quindi se fa molto caldo è utile fare una doccia alternando getti caldi e fretti per stimolare il lavoro dei vasi sanguigni
  4. No alle gambe accavallate: stare seduta per lunghi periodi di tempo rallenta la circolazione del sangue. Questo comporta un ristagno di liquidi, evita di stare troppo tempo seduta con le gambe accavallate
  5. Frutta e verdura ad ogni pasto! Le loro vitamine e gli antiossidanti tonificano e proteggono le vene mentre le fibre accelerano il transito intestinale e ti aiutano a depurarti e anche a ridurre la ritenzione idrica e il gonfiore.
  6. Bevi almeno 2 litri di acqua al giorno e aiutati con tisane snellenti e depurative
  7. Riduci l’apporto di sale e di snack salati